menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Valeria Valente apre la sua campagna elettorale. Con lei il Ministro Boschi e De Luca

Alla Stazione Marittima la convention di apertura della campagna elettorale del candidato sindaco del Partito Democratico: "Sogno una città a misura di bambino. Investiamo sulla bellezza e sul capitale umano di Napoli"

Valeria Valente ha aperto questa sera ufficialmente la sua campagna elettorale alla Stazione Martittima di Napoli. Una convention in stile americano per la candidata sindaco del Partito Democratico, a cui hanno partecipato anche il Ministro per le Riforme Costituzionali Maria Elena Boschi ed il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, che hanno lanciato il loro 'endorsement' in favore della parlamentare partenopea.

A prendere la parola per primo, sul palco, è stato proprio il Governatore De Luca: "Sarà una battaglia maledettamente complicata, ma c'è unità tra noi per riprendere il cammino. In questi anni come partito non siamo stati adeguati, per chiarezza politica e programmatica. Dobbiamo chiedere scusa ai tanti nostri militanti e ai cittadini napoletani. Noi dobbiamo difendere l'immagine, la storia e la dignità di questa città. Ringraziamo il Presidente Renzi per il suo impegno per Napoli. Noi siamo quelli che dopo 30 anni possiamo risolvere il problema di Bagnoli, uno dei luoghi più belli del mondo. Bagnoli significherà migliaia di posti di lavoro. La Regione, comunque, che sia chiaro, si comporterà correttamente come sempre, con chiunque sarà eletto sindaco".

Poi a salire sul palco è Valeria Valente: "Prima di tutto il mio desiderio è che al centro di questa campagna elettorale ci sia Napoli. Ho riflettuto molto prima di decidere se candidarmi o meno a sindaco. L'idea di guidare una città come Napoli un po' di paura te la fa venire. Poi ho pensato che è meraviglioso fare il sindaco e poter pensare di cambiare la tua città. Mio figlio non voleva che mi candidassi. Poi ho fatto un patto con lui e gli ho promesso una città a misura di bambino, ovvero che funziona, con strade pulite, parchi, scuole belle, trasporti efficienti. Oggi a Napoli, purtroppo, non si vive bene. Il nostro slogan è 'cuore e coraggio'. Perchè ci vuole coraggio per vincere la sfida e superare tanti ostacoli, ma anche di cuore per governare meglio la città. Tra gli ostacoli ci sono anche i poteri criminali. A loro dico: non provate ad avvicinarvi a noi perchè non ci troverete mai. Noi vinceremo con il voto delle persone perbene".

Il discorso della candidata del Pd scivola poi su due dei suoi avversari, Luigi de Magistris e Gianni Lettieri: "Io in questa campagna avrò toni rispettosi per tutti e starò nel merito delle questioni. De Magistris è sempre alla ricerca di un nemico contro cui gridare. Io vorrei chiedergli perchè ha promesso una raccolta differenziata al 70%, perchè ha realizzato la pista ciclabile più ridicola del mondo e perchè i conti del Comune non sono così a posto come lui dice. A Lettieri, poi, dico: ci hai già provato una volta a sfidare de Magistris. Lo fai mettendo in strada manifesti discutibili, falsi, brutti. Con la questione dei 600 euro a cittadino vuole superare l'attuale sindaco in demagogia e populismo. E poi dovrebbe avere un po' di coerenza: dice che lui potrebbe lavorare bene con Renzi e poi le forze politiche che lo sostengono, in Parlamento cercano di creare in tutti i modi problemi a questo Governo. I napoletani voglio verità e serieta. I principali pregi di questa città sono la bellezza e l'ingegno del suo capitale umano ed è su questo che dobbiamo investire. E poi tra le mie sfide c'è rendere il mare di Napoli di nuovo balneabile nei prossimi anni. Vogliamo rendere questa città moderna ed efficiente e per fare questo serve una nuova classe dirigente".

A chiudere è il Ministro Maria Elena Boschi: "Sarà una sfida lunga 2 mesi da giocare sul campo, ma è una battaglia da combattere per Napoli, che merita di più e di meglio. Noi siamo dei professionisti delle imprese difficili. Noi possiamo affrontare e vincere le sfide di questa città, come quella di Bagnoli. Per anni il Comune ha avuto la possibilità di spendere 50 milioni di euro per Bagnoli e non lo ha mai fatto. Le soluzioni e le risposte noi le abbiamo. Con Valeria Valente l'amministrazione di Napoli potrà cambiare passo. Bisogna ascoltare i cittadini: serve maggiore pulizia, decoro urbano, aggiustare le buche e trasporti efficienti. Valeria non è sola in questa sfida. Ci siamo noi, i tanti militanti e tutti i napoletano che vorranno sostenerla. Saranno due mesi complicati, ma ne vale la pena".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, de Magistris sul contagio: "Zona rossa sempre più verosimile"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento