Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di Maio e i big 5 Stelle con la Ciarambino: "De Luca e Caldoro da 15 anni rovinano la Campania"

Sul palco di piazza Carità, oltre al ministro degli Esteri, sfilano Roberto Fico, Alfonso Bonafede, Paola Taverna, Stefano Patuanelli e tutti i candidati al consiglio regionale

 

Ci sono tutti, o quasi, per dare appoggio a Valeria Ciarambino per l'ultimo scatto nella campagna elettorale che porterà il nuovo presidente della Regione Campania. Luigi Di Maio, Roberto Fico, Alfonso Bonafede, Stefano Patuanelli, Paola Taverna sono solo alcuni dei nomi sfilati sul palco allestito in piazza Carità, a Napoli. 

Si parla di Regionali, ma anche di referendum sul taglio al numero dei parlamentari, una delle battaglie storiche dei pentastellati. Ma sia per Di Maio che per Fico, né le elezioni né il referendum saranno un test per il Governo: "Ormai non ci crede neanche la destra che possa esserlo" le parole dell'ex capo politico del Movimento, che poi lancia la candidata napoletana: "Arriveranno al Sud molti soldi dei 209 miliardi del Recovery fund e preferirei li gestisse una persona come Valeria Ciarambino, piuttosto che due come Caldoro e De Luca di cui sentiamo parlare da oltre un decennio". 

La candidata presidente commenta la notizia dei nove candidati dichiarati impresentabili dalla Commissione Antimafia, cinque nelle liste di De Luca e quattro in quelle di Caldoro: "Colpa dei miei due competitor che non hanno voluto firmare il patto sulle liste pulite. Hanno preferito pensare ai voti e candidare persone discutibili. Se credo nella rimonta? Onestamente non so più cosa debbano fare Caldoro e De Luca per dimostrare di aver rovinato la Regione". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento