Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Regionali 2020, ecologisti-animalisti al fianco di De Luca

Nasce la formazione composta dai transfughi del Verdi e da esponenti del Partito Animalista: "L'ambiente deve essere un obiettivo concreto e non solo un argomento da salotto"

 

Vincenzo De Luca incassa un nuovo endorsement per la corsa alle regionali 2020. Si tratta dell'appoggio di 'Davvero - Ecologia e diritti', la formazione nata dall'unione di coloro che sono usciti dal partito dei Verdi, i consiglieri comunali Marco Gaudini e Stefano Buono, e gli esponenti del Partito Animalista che tornano dopo un po' a misurarsi con il voto. 

"Non è un'aggregazione elettorale - spiega Gaudini, cofondatore insieme a Michele Ragosta - ma l'inizio di un percorso che vuole andare avanti negli anni per riportare le tematiche ambientaliste al centro di un dibattito concreto e non solo a chiacchiere. E' questo che ci distingue dal partito dei Verdi, dal quale siamo usciti con tristezza dopo anni di vicinanza". 

Un percorso che nasconde insidie, considerando che per conquistare il voto ambientalista, Davvero dovrà vincere la concorrenza, all'interno della stessa coalizione, dei vecchi compagni dei Verdi, guidati da Francesco Emilio Borrelli, e dalla lista legata ai movimenti Stop Biocidio che, invece, dovrebbe correre da sola.  

“Ci preme far capire che il nostro è un programma moderato – ha detto il presidente del Partito Animalista Cristiano Ceriello - la politica animalista è una politica sociale. Gli animali da compagnia fanno parte delle nostre famiglie, le famiglie con animali da compagnia sono famiglie felici. Siamo ciò che respiriamo e mangiamo, anche dal punto di vista dell’ecologia è importante tutelare i nostri territori". 

Anche Stefano Buono sarà candidato: “Le ecoballe sono una ferita aperta per questa Regione. Bisogna far sì che si incentivino sempre di più gli impianti di compostaggio. Non è possibile che non facciamo questi impianti e paghiamo fra i duecento e i trecento euro per smaltirli fuori dalla Campania. Dobbiamo contribuire a migliorare il sistema sanitario regionale, e migliorare il trasporto pubblico regionale. Questi sono i punti che stiamo scrivendo nel programma e che porteremo avanti a partire dalle prossime elezioni, ma sicuramente anche molto oltre”. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento