Regionali 2020, Angelo Pisani lancia la sua candidatura: "Per i consumatori contro la mala politica"

L'avvocato napoletano nell'intervista a NapoliToday svela gli obiettivi del suo movimento dei consumatori

L'avvocato Angelo Pisani, ex presidente dell'ottava municipalità, ha annunciato la candidatura alle prossime Elezioni Regionali, previste nella primavera del 2020. Con il Movimento noi Consumatori punta a proporre liste civiche non lontane idealmente dal centrodestra.

Ha annunciato che si presenterà alle Regionali con il Movimento noi Consumatori. Quali sono i vostri obiettivi?

"L’obbiettivo principale è far capire ai cittadini che devono trasformarsi non in sardine, grillini e altri animaletti che in natura forse oggi vivono meglio di tante persone, far prendere loro atto della truffa politica e illusioni subite, formare una nuova classe dirigente istruita, capace, professionale e meritevole per diventare protagonisti nelle istituzioni di tutti i livelli ossia dobbiamo smetterla di svendere il nostro futuro e di dare deleghe in bianco ai nostri sfruttatori. Il quadro nazionale come quello locale è drammatico impongono solo tasse e burocrazia dannosa, bisogna tentare in ogni modo di salvare il salvabile dal Fallimento provocato da gente incapace e senza scrupoli , che nulla ha mai fatto nella vita, alcuni nonn hanno mai lavorato e vivono e brindano con i soldi della politica. Poi a certe imposizioni e provocazioni approfittando della buona fede della gente bisogna rispondere con la Discesa in campo per combattere civilmente una battaglia di libertà e valori veri lontano dagli estremismi utilizzati per ingannare il Popolo alla maniera della politica arancione o dei falsi moralisti dei 5 stelle non migliori della peggior classe politica con cui si associano solo per il potere".

E scendendo nel dettaglio, su cosa punterete?

"Regolarizzare e sviluppare in primis i settori sanità, turismo e trasporti anche con metodi ed investimenti totalmente nuovi e leggi adeguate".

 Le vostre liste civiche sosterranno il centrodestra e Caldoro come candidato alla presidenza?

"Le liste civiche devono difendere istituzioni, territori e la gente da estremisti e politiche di partito che fino ad oggi hanno danneggiato la Campania frenandone lo sviluppo e la crescita. Sicuramente non siamo compatibili con queste pseudo sinistre e movimenti italiani che ingannano i cittadini e se il centrodestra proporrà un programma serio ed utile con candidati affidabili e corretti si può immaginare di fare una battaglia di liberazione e civiltà, ma abbiamo anche forza e coraggio di proporre una persona capace e idonea a rappresentare e guidare la regione del resto dopo iervolino, de Magistris, De Luca, Di Maio, per citarne qualcuno non vedo perche altre persone che già hanno dimostrato di saper fare almeno il loro lavoro e di poter esser di esempio buono non possano dare il via ad un vero cambiamento".

Il contrasto alle liste arancioni del sindaco quanto è rilevante nella vostra candidatura e cosa contestate in particolare a de Magistris?

"L’atteggiamento arrogante e l’organizzazione politica di de Magistris che addirittura ha fatto rimpiangere la Iervolino, facendo scattare in tanti normali cittadini la scintilla per rimboccarsi le mani e liberarsi di vecchie politiche ed ideologie contrastando realmente i mali di questa società". 

Qual è il primo provvedimento che andrebbe adottato una volta eletti?

 Tante persone se gli viene data la possibilità e comprendono i meccanismi della burocrazia elettorale possono scendere in campo e fare meglio dei loro attuali e dannosi politicanti, nulla è facile ma con impegno, cultura, capacità e volontà si può voltare pagina ed iniziare la vera ricostruzione politica e sociale. Come si cambia un amministratore di condominio che sbaglia con uguale metodologia si deve cacciare la mala politica e gli amici degli amici dalle istituzioni. C’è tanto da face e purtroppo le emergenze ormai sono all'ordine del giorno, io però, oltre alla tutela della salute pubblica e ad una riorganizzazione della macchina regionale, punterei su zone Free tax dove investire e sviluppare l’economia per poi far ripartire il sistema. Per le liste civiche cerchiamo cittadini che vogliono vendicarsi del male ricevuto dai nostri territori e che possano esser di buon esempio per gli altri. Se non rompiamo il silenzio siamo complici! Dando deleghe in bianco ai soliti ci si condanna a morire di mala politica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Ora legale, lancette in avanti di un'ora: la data

Torna su
NapoliToday è in caricamento