Venerdì, 23 Luglio 2021

Sindaco in 5 minuti, Clemente: "Abbiamo restituito l'orgoglio a Napoli e vogliamo proseguire"

L'assessore ai Giovani rappresenta la continuità con l'amministrazione de Magistris. Come primo provvedimento indica "un piano per l'infanzia". Sulle criticità replica: "Ci sono e ne siamo consapevoli, ma abbiamo un ottimo punto di partenza"

Alessandra Clemente è la seconda ospite di 'Sindaco in 5 minuti', la rubrica di Napolitoday alla scoperta dei candidati alla poltrona di primo cittadino del capoluogo partenopeo. Assessore comunale da otto anni, la Clemente rappresenta la continuità con l'amministrazione de Magistris, un legame che lei rivendica con orgoglio perché "...mi ha permesso di conoscere la macchina comunale e di comprenderne punti di forza e debolezza. Dieci anni fa Napoli era sulla bocca di tutti per camorra e rifiuti, oggi si parla di turismo e cultura. Vuol dire che le abbiamo restituito dignità e orgoglio".

Non ha dubbi su quale sarà il suo primo provvedimento da sindaco: "Un piano per l'infanzia. Credo che i bambini meritino un'attenzione maggiore. Dobbiamo pianificare un'anagrafe del rischio perché ci sono migliaia di ragazzini che vivono in contesti socio-familiari difficili che non possono vivere senza diritti né opportunità. Tutto ciò vuol dire potenziare gli asili nido e i servizi alla famiglia". 

Magari, l'idea di ripartire dall'infanzia sarà nata dopo che Il Solo 24 ore ha pubblicato i dati sulla vivibilità nelle città italiane. Napoli si è classificata ultima per la fascia infantile, tra gli ultimi posti per giovani e anziani. E' nelle retrovie anche per i trasporti, che restano una piaga, e per il verde urbano. Segni che, forse, in dieci anni di amministrazione, qualcosa in più poteva essere fatto: "Non siamo qui a proporre una candidatura dicendo che abbiamo fatto tutto bene, siamo stati i più bravi. Sappiamo che ci sono tante cose da fare, ma è anche vero che tanto abbiamo fatto. Per esempio, sono orgogliosa che abbiamo aperto la stazione di piazza Garibaldi, ma adesso voglio lavorare ad aprire quella di Capodichino e a strutturare un sistema di trasporti che sia metropolitano e integrato. Sono consapevole che la vita dei napoletani va resa più semplice e che dobbiamo essere più competitivi in ambito europeo".  

Lo ribadisce ancora una volta: non ha alcuna intenzione di fare un passo indietro in favore di altri candidati. "Andrò fino in fondo. Abbiamo visto che Maresca, che per settimane si è proposto come candidato civico, adesso è il candidato ufficiale del centro-destra. Il Pd vuole spacciare per novità una scelta, quella di Manfredi, calata da Roma. Io voglio restare coerente al mio percorso". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Sindaco in 5 minuti, Clemente: "Abbiamo restituito l'orgoglio a Napoli e vogliamo proseguire"

NapoliToday è in caricamento