Politica

Interviste ai candidati presidente della Municipalità 1, De Giovanni: "Delocalizzare la movida al molo San Vincenzo"

Sul degrado della Villa Comunale il presidente uscente afferma: "E' stata abbandonata dal Comune"

In vista delle Elezioni Comunali 2021, in programma il 3 e 4 ottobre, NapoliToday ha posto tre quesiti (uguali per tutti) ai candidati presidente della Municipalità I, che comprende Chiaia, San Ferdinando e Posillipo.

L'intervista a Francesco De Giovanni, presidente uscente, che fa parte della coalizione che sostiene il candidato sindaco Catello Maresca.

-Quali sono i punti principali del suo programma elettorale che intende applicare una volta eletto come Presidente?

"I punti principali del mio programma sono: grande battaglia per il decentramento amministrativo affinché le Municipalità abbiano finalmente deleghe e poteri. Solo in questo modo si potrà governare seriamente un territorio assumendosi anche le responsabilità legate all'attività di governo. Grande piano per il verde pubblico, con sinergia con i privati che già in questa consiliatura ha apportato notevoli risultati. Ripristino della manutenzione stradale in capo alle Municipalità, con possibilità di effettuare progetti e programmazione. Sino ad oggi si sono inseguite solo le emergenze senza una visione d'insieme della manutenzione. Lo stesso dicasi per le scuole anche se, con orgoglio, posso affermare che le scuole della Municipalità 1 sono in sicurezza.  Ripristino dei tavoli per la sicurezza municipali per coordinare le forze dell'ordine sul territorio. Igiene del territorio con coordinamento municipale delle attività di ASIA ed ASL. Potenziamento delle linee di trasporto pubblico con ripristino delle linee C26, C23 ed E6".

-Villa Comunale, da anni assistiamo al semi-abbandono del polmone verde di Chiaia, tra spazio verde mortificato e giostre per i bambini disastrate. Cosa si potrebbe e dovrebbe fare per farla rinascere?

"La Villa Comunale è stata abbandonata da anni dal Comune di Napoli. Per questo tipo di parchi cittadini occorre l'istituzione di appositi "uffici del parco" cui affidare la gestione che va dalla manutenzione alla cura del verde, dalla sorveglianza alle attività di assistenza. E' inutile accentrare tutto come ha fatto il Comune senza poi riuscire a far nulla. Ogni parco dovrà essere autonomo con un responsabile. E in più dovranno essere videosorvegliati. Altra proposta per il Virgiliano e la Villa Comunale sarà l'istituzione dei servizi a cavallo della Polizia Locale".

-Movida, come far coesistere le esigenze dei frequentatori dei locali con quelle dei residenti, che lamentano da anni problematiche di ordine pubblico e di inquinamento acustico fino a tarda ora?

"Il problema della movida si è incancrenito perché è stato di fatto abbandonato a se stesso, senza istituire regole. Credo che nelle aree altamente residenziali sia necessario istituire orari di chiusura dei pubblici esercizi contemperando le necessità dei residenti e degli imprenditori. Inoltre è necessario delocalizzare quanto più possibile la movida in aree a basso impatto. Penso, ad esempio, al molo San Vincenzo, una volta demilitarizzato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interviste ai candidati presidente della Municipalità 1, De Giovanni: "Delocalizzare la movida al molo San Vincenzo"

NapoliToday è in caricamento