menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso lavoro nero, Di Maio: «Oggi pubblico tutto»

Il vicepremier ha annunciato la pubblicazione dei documenti con un post sul Blog delle stelle

Non si placano le polemiche che coinvolgono il ministro dello Sviluppo economico e vicepremier Luigi Di Maio. Dopo il secondo servizio delle Iene, si è allargata l'inchiesta sui lavoratori in nero impiegati nell'azienda di famiglia. Dopo aver ammesso nel corso del servizio che c'era stato un caso, Di Maio si è trovato a dover far fronte ad altri tre casi oltre che dover dimostrare anche che lui stesso, nelle poche occasioni in cui ha lavorato alle dipendenze del padre, non l'abbia fatto in nero. Da pochi minuti è stato lo stesso Di Maio ad annunciare che pubblicherà tutti i documenti relativi all'azienda di famiglia per ciò che lo riguardano.

Il post del ministro

«Oggi, come promesso, pubblico i documenti che dimostrano l'assunzione nell'azienda di mio padre e le relative buste paga per il periodo di lavoro. Pubblico nuovamente, viste le menzogne che circolano, le mie dichiarazioni patrimoniali e di reddito da quando sono parlamentare e da quando sono ministro» ha scritto Di Maio sul Blog delle stelle. Il vicepremier ha poi aggiunto: «Potrete vedere come la mia quota di partecipazione senza funzioni di amministratore o sindaco nella società Ardima sia sempre stata regolarmente dichiarata a partire dal 2014. A dimostrazione ulteriore che i fatti denunciati non riguardano il periodo in cui sono socio dell'azienda. Pubblico subito questi documenti perché sono immediatamente reperibili. Pubblicherò anche gli altri richiesti, non appena saranno state ultimate tutte le verifiche necessarie». L'inchiesta potrebbe però non essere giunta al termine e il Partito democratico ha firmato un'interrogazione al ministro chiedendo che riferisca in parlamento sulla vicenda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento