rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Politica

Luigi Di Maio lascia il Movimento 5 Stelle: "Uno non vale l'altro, gli italiani meritano la verità"

La conferenza stampa del ministro degli Esteri chiude una fase del Movimento: "Non sono più la prima forza del Parlamento"

Era nell'aria, è successo. Luigi Di Maio ha lasciato il Movimento 5 Stelle spiegando le sue ragioni in una conferenza stampa.

La sua è una scissione: appena arrivato in conferenza stampa, è stato accolto da un lungo applauso dei parlamentari che lo seguiranno. Sulla risoluzione odierna in Senato "dispiace ancora una volta aver visto uno scontro alimentato a lungo e logorante, utilizzato per fini mediatici".

Di Maio ha sottolineato di aver dato il massimo per il Movimento e lo ha anche ringraziato, ma ha spiegato di considerarlo ancorato e rivolto al passato.

"Io e tanti altri lasciamo il Movimento 5 Stelle, quella che da domani non sarà più la prima forza politica in Parlamento". "Oggi per costruire il futuro bisogna costruire soluzioni realizzabili - ha spiegato - servono le migliori capacità del paese, perché uno non vale l'altro. Agli italiani serve la verità. Ci mettiamo in cammino, con chi la pensa come noi".

"Saremo un'onda che avrà al centro le esperienze territoriali - ha aggiunto Di Maio - non ci sarà spazio per l'odio, sovranismi ed estremismi. I nostri primi interlocutori sono i nostri sindaci, in prima linea in questi anni contro la pandemia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luigi Di Maio lascia il Movimento 5 Stelle: "Uno non vale l'altro, gli italiani meritano la verità"

NapoliToday è in caricamento