rotate-mobile
Politica

De Magistris preoccupato: "C'è il rischio di rivolte sociali"

Il sindaco ha parlato anche dell'aumento dei reati in città. Sull'approvazione del piano di riequilibrio: "Se non accade rischiamo nuovamente di precipitare mentre stiamo uscendo faticosamente dal tunnel"

Il sindaco de Magistris si dice ''molto preoccupato'' per il rischio che si possano verificare, soprattutto a Napoli e in Campania, rivolte sociali. ''Molti mesi fa dissi che bisognava fare attenzione a non sottovalutare la tensione sociale nel Paese e in particolare a Napoli - spiega a margine di un convegno - non mi limitai ad un'osservazione pubblica, ad un'intervista ai giornali. Lo rappresentai più volte al ministro dell'Interno, Cancellieri, poi al ministro Alfano, e ieri al capo della polizia, che ho incontrato a Roma''.


De Magistris si dice preoccupato ''per l'aumento dei reati che c'e' a Napoli, come altrove, e poi per le tensioni sociali sul tema del lavoro, in merito al quale non vedo ancora una strategia''. Su Napoli c'e' una partita che il governo deve chiudere rapidamente, e cioe' l'approvazione del piano di riequilibrio. 'Se questo non accade noi rischiamo nuovamente di precipitare mentre stiamo uscendo faticosamente dal tunnel''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Magistris preoccupato: "C'è il rischio di rivolte sociali"

NapoliToday è in caricamento