De Magistris: "Metodo Ruotolo archiviato, il Pd ha ripreso la solita litania"

Il sindaco annuncia per le prossime amministrative "un'opzione che sarà molto altro" rispetto a quanto non si vedrà alle Regionali con centrosinistra, M5S e centrodestra contro

Luigi de Magistris e Sandro Ruotolo

"Il 'metodo Ruotolo' è stato già archiviato e dimenticato, un po' per il lockdown, un po' per il Pd". Così il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, intervenuto oggi a Radio Crc, ricordando lo schieramento "Napoli per Ruotolo" che ha sostenuto la candidatura del giornalista Sandro Ruotolo alle elezioni suppletive per il Senato del febbraio scorso.

Confluirono nel sostegno al giornalista il Partito Democratico, il movimento demA dello stesso sindaco di Napoli e altre forze del centrosinistra, mentre ne restò fuori Potere al Popolo.

"In questi anni il Pd ha perso molte opportunità. Pur essendo loro miei convinti avversari, avrebbero potuto utilizzare le due sconfitte clamorose che hanno avuto per una stagione nuova. Noi - ha aggiunto de Magistris - abbiamo anche dato un'opportunità, non perché siamo generosi ma perché non abbiamo steccati, con il 'metodo Ruotolo'".

"La scelta di Ruotolo - ha ricordato il sindaco - fu da me fortemente voluta e condivisa anche dalle altre forze di centrosinistra, abbiamo lavorato bene insieme per farlo vincere e senza il nostro contributo Sandro chiaramente non avrebbe vinto, così come il Pd è tornato a vincere, seppur in una suppletiva, grazie a noi. Si poteva costruire, ma un minuto dopo hanno ripreso la solita litania a partire da Sarracino", segretario provinciale del Pd di Napoli, "che pur essendo giovane si è allineato su De Luca. - Il 'metodo Ruotolo' è stato così archiviato nonostante anche per le regionali si sarebbe potuto scegliere una candidatura che allargava, invece si è scelto altro".

Per le prossime amministrative del 2021 (de Magistris non potrà candidarsi dopo due mandati) ha spiegato: "Non aspetteremo le regionali per mettere in campo un'opzione perché non vorremmo rimanere schiacciati in un dibattito che, sinceramente, ha profondamente stancato. Già per le regionali abbiamo lo stesso schema: De Luca, Caldoro e Ciarambino. Per le amministrative si rischia lo stesso e la città di Napoli, da questo punto di vista, merita una proposta. Noi metteremo in campo un'opzione che sarà molto altro rispetto a questo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 gennaio (giorno per giorno)

Torna su
NapoliToday è in caricamento