rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica

De Magistris e la Giunta: "Due anni fa ci avevano lasciato un cadavere economico"

Il sindaco ha presentato la manovra di bilancio 2013-2015 che andrà in Consiglio comunale nella prima metà di settembre. "Fuori dal predissesto nel 2016"

"Questo è un bilancio politico". Così il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha presentato la manovra di bilancio 2013-2015 che andrà in Consiglio comunale nella prima metà di settembre. Un bilancio politico perché - come sottolineato dal primo cittadino - ''si fanno interventi strutturali possibili grazie a battaglie politiche che questa amministrazione ha portato avanti in questi due anni''.

De Magistris ha evidenziato come la sua Giunta, due anni fa, abbia trovato ''un cadavere economico finanziario e se - ha proseguito - questa amministrazione ha dovuto, in questi primi anni, alzare le tasse è stato a causa dell'eredità lasciata da chi ancora oggi pontifica''. Un bilancio che costituisce ''un giro di boa'' e che potrebbe portare il Comune di Napoli già nel 2014 in avanzo e a uscire dal predissesto già nel 2016. '

'Se tutto va bene tra due anni saremo in avanzo, avremo superato gli 850 milioni di disavanzo e saremo un Comune virtuoso in anticipo rispetto ai 10 anni imposti dall'adesione alla legge sul predissesto. Questa - ha concluso - è una rivoluzione politica, economica e finanziaria. Un'operazione di buon governo''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Magistris e la Giunta: "Due anni fa ci avevano lasciato un cadavere economico"

NapoliToday è in caricamento