Martedì, 16 Luglio 2024
Politica

Inchiesta Rione Terra, de Magistris: "Coinvolti esponenti dell'ala di De Luca del Pd"

Il riferimento dell'ex sindaco di Napoli è al sindaco di Pozzuoli Figliolia e all'esponente del direttivo Dem Oddati. "Il partito di Letta inciampa di nuovo nella questione morale"

“Vicende a dir poco torbide”. È così che Luigi de Magistris definisce le risultanze investigative dell'inchiesta sulla riqualificazione del Rione Terra a Pozzuoli.

“La questione morale – sono le parole dell'ex sindaco di Napoli – non è priorità del ceto politico dominante del nostro Paese. Pur essendo garantisti e ben sapendo che un’indagine non è una condanna, quello che sta venendo fuori dall’attività investigativa della Procura della Repubblica di Napoli su persone di rilievo del Pd riguarda vicende a dir poco torbide ed opache”.

De Magistris poi entra nel dettaglio di quanto si sa al momento delle indagini. “In un procedimento penale per associazione per delinquere, turbativa d’asta, corruzione ed altro compaiono, a vario titolo indagati – spiega – non solo imprenditori e faccendieri, ma Vincenzo Figliolia Sindaco Pd di Pozzuoli, dell’ala deluchiana, Nicola Oddati, componente della direzione nazionale del partito, dirigente regionale per volontà e cooptazione del Presidente De Luca, responsabile anche di quelle agorà ectoplasma che dovevano rappresentare, come fumo negli occhi, il rinnovamento del partito”.

“Questi sono solo alcuni dei politici coinvolti in un’indagine su gare e appalti che sarebbero stati truccati. Un giro di favori e mazzette. Mentre Letta guida il fronte bellicista ed è uno dei più accaniti trascinatori dell’Italia in guerra, il suo partito inciampa ancora sulla questione morale" conclude de Magistris.

L'inchiesta

L'indagine dei pm Capuano e Sica, sotto il coordinamento del procuratore Melillo, vede al lavoro guardia di finanza e squadra mobile della polizia. I reati ipotizzati a vario titolo a carico degli indagati sono turbativa d'asta e corruzione. L'inchiesta riguarda oltre al Rione Terra anche la realizzazione del parcheggio multipiano e la riqualificazione ambientale dell'ex Cava Regia.

Oddati, ex assessore del Comune di Napoli (nelle giunte precedenti quelle de Magistris), è stato destinatario di un decreto di perquisizione notificatogli mercoledì mattina dalla Procura di Napoli. Anche l'ufficio del sindaco puteolano Figliolia è stato oggetto di un'acquisizione di documenti da parte dei finanzieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta Rione Terra, de Magistris: "Coinvolti esponenti dell'ala di De Luca del Pd"
NapoliToday è in caricamento