Politica

De Magistris contro De Luca: "Pastiere? Pensasse ai tamponi, Campania regione che ne fa meno"

Il sindaco intervistato ad Un Giorno da Pecora attacca di nuovo De Luca sulla chiusura delle pasticcerie

"In tutta Italia ci sono persone che escono, ma non possiamo parlare di assembramenti. A Napoli la gente cerca di mettersi le mascherine, anche se la Protezione civile regionale campana non le distribuisce, e noi le abbiamo prese autonomamente". Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris - intervistato da Un Giorno da Pecora su Radio 1 - difende i napoletani da chi li accusa di non rispettare il lockdown contro il Covid-19, e punzecchia il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

''La Campania è la regione che fa meno tamponi. A Napoli ne sono stati fatti appena 6500 per 1 milione di abitanti. De Luca si appassiona più di zeppole e pastiere che di tamponi e posti letto", è l'attacco del sindaco, che fa riferimento alla chiusura delle pasticcerie voluta dal governatore nonostante si avvicina Pasqua.

De Magistris ha inoltre ribadito nel corso dell'intervista la sua contrarietà all'ordinanza regionale che in Campania vieta le consegne a domicilio. "Lo trovo illogico, ci sarebbe meno gente in strada. È una disposizione che non capisco".

Il sindaco: "Nessun pericolo, sì alle pastiere a domicilio"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Magistris contro De Luca: "Pastiere? Pensasse ai tamponi, Campania regione che ne fa meno"

NapoliToday è in caricamento