De Magistris scrive a De Luca: "Incontriamoci per la drammatica emergenza sanitaria ed economica"

Lettera del sindaco al Governatore per richiedere un incontro urgente sulla situazione delicata dal punto di vista sanitario-economico-sociale della città

Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha inviato stamani una lettera al Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. "Alla luce della drammatica situazione sanitaria, economica e sociale il primo cittadino ha chiesto un urgentissimo incontro al vertice dell' Ente di Santa Lucia", spiega in una nota il comune.

"Io e Sala non siamo contro il lockdown"

"Stamattina ci siamo nuovamente sentiti, io e il Sindaco di Milano Beppe Sala, e vogliamo ulteriormente precisare, qualora non sia stato già sufficientemente chiaro, che noi non apparteniamo al partito del no-lockdown (qualora ci sia un partito del no-lockdown, o ci sia dall'altra parte un partito del si-lockdown). Noi siamo sindaci in prima linea che vogliamo semplicemente che lo Stato sia unito, che si lavori insieme, che se si devono prendere decisioni queste devono essere confortate da dati scientifici, medici, e che devono essere valutati nelle sedi istituzionali. Quello che abbiamo sottolineato con forza, che qualsiasi altra misura più restrittiva che dovesse essere adottata, non necessariamente il lockdown, deve essere contestualmente accompagnata da misure efficaci e concrete sul piano sociale, economico e del lavoro." Lo afferma in una nota il sindaco de Magistris.

Verdoliva su de Magistris: "Ha tutti i dati su Napoli"

"Al sindaco vengono recapitate quotidianamente le informazioni relative ai casi di positività al virus, con relativi dati anagrafici, sia tramite applicazione whatsapp, sia tramite posta elettronica. C’è un grosso problema, quello della privacy con i dati che possono finire in altre mani. Chi lo deve sapere ne è a conoscenza", conclude Verdoliva sulle polemiche con il sindaco de Magistris che lamentava di non avere sufficienti informazioni sui positivi Covid in città.

Allarme dal Cotugno

Dopo mesi non abbiamo ancora certezze sul virus e sulla logica di diffusione. Il lockdown ora è indispensabile almeno per tre settimane per recuperare la tracciabilità del virus che abbiamo perso”. E' quanto affermato da Maurizio di Mauro, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera dei Colli, ai microfoni di Radio Crc Targato Italia, durante la trasmissione Barba&Capelli.

Di Mauro ha parlato anche della situazione posti letto: “Il Cotugno è già pieno. La nostra Regione ha reagito bene alla prima ondata ma ora il Governo deve prendere restrizioni forti. Non basta chiudere la Campania. Le precauzioni sono fondamentali. La mascherina io non l’ho mai tolta. Ma la logica del virus è strana: io sono stato contagiato ma i miei familiari sono negativi”. In conclusione di Mauro ha parlato anche del vaccino: “E' incerto e la distribuzione non avverrà prima della prossima primavera. Ma bisogna vedere che immunità darà. Vi prego, state attenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Revenge porn, arrestato un 43enne. Diffusi sui social video intimi con la moglie

  • Vietato uscire a Natale e a Capodanno fuori dal comune: "Non sarò possibile raggiungere i nonni"

Torna su
NapoliToday è in caricamento