Incidente Linea 1, de Magistris: "Il pensiero va ai feriti"

Il sindaco è intervenuto a Mattina 9: "Siamo al lavoro per capire quando potremo ripristinare linea"

Luigi de Magistris

“Il primo pensiero deve andare ai feriti. Per fortuna al momento nessuno sembra essere particolarmente grave". Il sindaco Luigi de Magistris è così intervenuto a proposito dello scontro tra treni che ha paralizzato la Linea 1 della metro partenopea, intervistato da Mariù Adamo a Mattina 9. Il sindaco era atteso in studio questa mattina ma ha preferito, vista la situazione, intervenire in collegamento telefonico.

"Cosa è accaduto - ha proseguito il sindaco - ce lo diranno la magistratura e i tecnici che stanno facendo verifiche sul posto, noi siamo al lavoro per capire quando sarà possibile ripristinare la Linea 1 e quale sarà l’impatto sulla viabilità per i prossimi giorni”.

TUTTE LE NOTIZIE SULL'INCIDENTE

“Al momento ci risultano 17 feriti di cui 12 lievi (pare siano 4 i feriti non lievi, ndR) che sono stati medicati sul posto dai medici del 118 e 5 ricoverati tra il Cardarelli e il Cto. È una giornata difficile per la paura e il ferimento di queste persone ma anche per quello che è il futuro del trasporto su ferro della nostra città: in giornata speriamo di avere una visione più chiara sia sulle cause dell’incidente sia sull’impatto che questo avrà sui trasporti”.

“Al momento - ha continuato e concluso de Magistris - non sappiamo ancora se i tre convogli interessati saranno tutti sequestrati dalla magistratura o solo in parte. Sapete che la flotta napoletana è già ridotta ai minimi termini, tanto che aspettiamo a fine febbraio l’arrivo del primo treno, da immettere in servizio a ottobre. Non possiamo dare tempistiche precise, dobbiamo capire cosa è successo e accelerare al massimo - ma questo non dipende solo da noi - per il ripristino della linea e per capire quale sarà l’impatto nei prossimi giorni. Si farà il massimo come sempre con i mezzi a disposizione”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus a Napoli, caso sospetto al Pellegrini: ricoverato cittadino cinese

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Coronavirus cinese: le istruzioni del Ministero della Salute

  • Allarme Coronavirus: i medici napoletani chiamati all'aeroporto di Fiumicino

  • Droga e bombe nascoste nel magazzino: arrestato 26enne napoletano

Torna su
NapoliToday è in caricamento