De Magistris sul "Cura Italia": "Nulla ai Comuni, è agghiacciante"

Le parole del primo cittadino napoletano sul decreto del governo

"Un primo argine contro un fiume in piena". Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, definisce i provvedimenti contenuti del decreto "Cura Italia", sforzo del governo per risanare l'economia in difficoltà a causa dell'emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus.

Si concentra sulle misure sanitarie - spiega il sindaco - ma per quanto riguarda l'aspetto economico è "insoddisfacente".

De Magistris ha parlato ad un'emittente locale, sottolineando come nel decreto a suo dire non ci sia "nulla per i Comuni e questo è agghiacciante".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Se il governo non capisce presto questa cosa - è l'idea del primo cittadino - i Comuni crollano, tra un po' crolleremo, perchè non incassiamo più nulla e non potremo più garantire i servizi essenziali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • "Il virus sta perdendo forza. Possiamo guardare con ottimismo al futuro": l'intervista a Giulio Tarro

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento