De Magistris: "La Napoli di Celentano? Una brutta fotografia"

Il sindaco attacca la serie animata Adrian e la sua rappresentazione di una Napoli del futuro in mano alla mafia

Non si è fatta attendere più di un giorno la risposta di Luigi de Magistris a quanto mostrato, a proposito di Napoli, dalla serie animata di Celentano "Adrian".

proprio brutta la fotografia, l'idea che Napoli nel 2068 sia vinta dalla mafia – ha dichiarato il sindaco ad Un Giorno da Pecora su RadioRai – Questo non solo non accadrà, ma è un'immagine davvero brutta per una città che da tre, quatto anni è la prima in Italia per crescita culturale e turistica. Una città che va verso la cultura non può mai diventare una città mafiosa".

Le polemiche sulla Napoli di "Adrian"

La Napoli distopica mostrata da Celentano, in cui campeggia un grattacielo "Mafia International", aveva già suscitato lo sdegno di numerosi partenopei. "Ho una lunga e datata simpatia per Adriano Celentano – ha aggiunto de Magistris, che ha anche ammesso di non aver visto la trasmissione – e non penso che sia una persona con questo pregiudizio su Napoli, perché altrimenti verrebbe meno il mio solido apprezzamento nei suoi confronti. Lo ritengo una persona dal pensiero libero e dal cuore grande. Questo non gli fa onore e sono un po' deluso".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Mi risulta che sia un progetto realizzato dieci anni fa – ha concluso il primo cittadino – in un momento molto diverso della città di Napoli. È un'immagine patinata, già vista. Non credo sia farina del suo sacco ed è un po' strano che sia andata in onda adesso che c'è un'altra immagine di Napoli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

Torna su
NapoliToday è in caricamento