rotate-mobile
Covid

De Luca: “Durante la pandemia hanno rubato i vaccini alla Campania”

Il governatore spiega il meccanismo che venne scelto e le irregolarità svelate dall'inchiesta di Genova

"È emerso, in un'indagine in corso in questi giorni in una regione del Nord, il fatto che si falsavano i dati degli anziani ricoverati per rubare più vaccini sulla pelle della Campania. Siamo in un paese nel quale le regole non valgono, è un mercato nero generale". Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, nel corso del suo intervento all'inaugurazione del centro grandi ustioni all'ospedale pediatrico Santobono di Napoli, facendo riferimento al caso Liguria.

"A gennaio del 2021, quando decidemmo le priorità nel riparto dei vaccini - ha ricordato De Luca - la Campania disse di sì in un minuto. Dicemmo: mandiamo i vaccini dove c'è la popolazione più anziana, a condizione che poi a maggio e giugno, quando inizia l'anno scolastico, si inverta il criterio e si mandino prima i vaccini dove c'è la popolazione più giovane, che è la Campania. Hanno truffato prima, perché gli anziani non erano tutti quelli, e hanno fatto il mercato nero dei vaccini quando io combattevo da solo contro l'allora ministro della Salute, contro Figliuolo, contro Arcuri, per far arrivare in Campania nient'altro che una quantità di vaccini proporzionata alla nostra popolazione. Ma bisognava combattere perfino per questo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca: “Durante la pandemia hanno rubato i vaccini alla Campania”

NapoliToday è in caricamento