De Luca tuona contro i navigator: "Dopo 2 anni di formazione saranno mandati a casa"

E sull'autonomia differenziata: "E' una truffa"

Foto di repertorio

Vincenzo De Luca è intervenuto a Radio 1 nel giorno della protesta, sotto la sede della Regione Campania, a Santa Lucia, dei 471 navigator selezionati per la Campania. Come denunciato dal M5S i manifestanti sono in attesa della firma della Regione Campania della convenzione con l'Anpal. "Abbiamo un bacino di precariato con 3700 Lsu, 400 tavoli di crisi, 80 procedure di licenziamento collettivo oltre ai disoccupati storici. Se con i navigator facciamo altri serbatoi di precariato e comitati di lotta, allora dico di no. Dopo due anni di formazione i navigator verranno mandati a casa. È un Paese serio questo?", si chiede De Luca.

Autonomia

"L'autonomia differenziata è una truffa: siamo d'accordo a tagliare gli sprechi al Sud ma non è possibile tollerare ancora la spesa storica che cristallizza il divario tra Nord e Sud. È insostenibile. La Campania riceve 108000 euro l'anno pro capite contro i 14900 del centro-nord. La Campania è anche contraria allo "spezzettamento del sistema scolastico", prosegue il Governatore, che plaude poi alla presa di posizione del premier Conte, "Meglio tardi che mai".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio dai canali ufficiali della soap

  • Nuova allerta meteo a Napoli, la decisione sulle scuole per lunedì 18 novembre

  • Vento forte e temporali in arrivo sulla Campania: nuova allerta meteo

  • Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

Torna su
NapoliToday è in caricamento