De Luca: "Per come è ridotta Napoli, senza l'aiuto della Regione Campania va a picco"

Il Governatore ha parlato durante il Consiglio Regionale: nuova polemica a distanza con de Magistris

Uno degli obiettivi dell'azione di governo della Regione Campania è la città di Napoli. E' quanto affermato dal Governatore Vincenzo De Luca nel corso del dibattito in Consiglio Regionale sulla presentazione del programma di governo della giunta regionale.

"Dev'essere chiaro a tutti che, per come è ridotta la città di Napoli, senza l'aiuto della Regione Campania la città va a picco. Vorrei fare qualche osservazione su bilanci e trasporti ma non dico più niente. Dico solo che dobbiamo tenere tutti presente che Napoli è Napoli, cioè è l'Italia. Abbiamo tutti quanti senso di responsabilità e disponibilità, a condizione ovviamente di trovare interlocutori civili. La Campania ha retto anche di fronte ad alcune spinte pericolose che hanno attraversato la società di Napoli", le parole del Presidente della Regione.

De Luca è tornato ancora sulle polemiche a distanza con il sindaco de Magistris e la giunta comunale: "Lo scorso 29 maggio abbiamo bloccato la vendita di superalcolici e il Comune ha fatto un'ordinanza contro la Regione per renderla possibile fino alle 3.30 di notte. La seconda fase è nata lì, in una città abbandonata completamente a se stessa. Un altro dei miracoli è stato la salvaguardia della città di Napoli: se fosse stato per altre istituzioni, a Napoli sarebbe venuta la fine del mondo", ha concluso il Governatore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Campania zona gialla, ristoranti e bar con servizio al tavolo e al via i saldi invernali

Torna su
NapoliToday è in caricamento