rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
La polemica

De Luca: “Governo sgangherato. Io anomalia nazionale”

Il governatore caustico sull'autonomia differenziata

"Il governo si sta rivelando sgangherato. Quello che hanno combinato sul bonus edilizia, sui migranti, sul fondo per il Mezzogiorno, sulla programmazione complementare non ha parole. Devo dire sinceramente che da queste iniziative ho tratto una nuova convinzione che già avevo qualche anno fa sulla riforma più urgente di cui ha bisogno l'Italia, è la riapertura dei manicomi". Lo ha detto il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, nel corso della diretta Fb. "Ho ritrovato questa piena convinzione seguendo le vicende del bonus edilizia, ancora oggi non si capisce niente - ha sottolineato - Ma è l'Italia, è uno dei tratti più caratteristici di un paese effervescente, creativo che oscilla tra barocco, retorica e inconcludenza. Ma nonostante tutto dobbiamo avere fiducia nel futuro, non per la qualità di chi ci governa ma per la tenacia che mettiamo noi nel nostro lavoro".

Sull'autonomia differenziata 

"La Conferenza delle Regioni ha espresso a maggioranza un parere favorevole rispetto al decreto Calderoli sull'autonomia differenziata. Io ho un solo elemento di amarezza: hanno votato a favore della bozza Calderoli anche Regioni meridionali. I colleghi della Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, sanno bene che quella bozza penalizza drammaticamente il Sud, ma hanno fatto prevalere una logica di partito e di coalizione". Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel corso di una diretta Facebook. "Anche in questo caso - ha aggiunto De Luca - voglio rivendicare, visto che sono un'anomalia nazionale ormai, il fatto che sono l'unico che quando deve esprimere un'opinione se ne infischia delle bandiere di partito e di coalizione. Io difendo la mia comunità, sulla base di una valutazione dei dati di fatto. Se c'è stato uno che ha polemizzato e criticato duramente il ministro Speranza non sono stati i presidenti di Regione di altre coalizioni, sono stato io. Mi dispiace che i miei colleghi di tante Regioni del Sud non abbiano avuto la stessa posizione".

Sull'indagine Covid 

"Sulle indagini sulla gestione del Covid in Lombardia ho visto titoli di giornali e già grandi processi mediatici. Io rimango dell'opinione, e in questo non distinguo i colori politici delle persone interessate, che i processi li fanno i magistrati e che fino a quando non c'è una sentenza di un magistrato giudicante bisogna avere rispetto per le persone indagate. Non mi sento quindi di dire nulla di fronte a quella che è stata un'immensa tragedia nazionale. Dico solo quello che abbiamo fatto noi in Campania". Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, nel corso di una diretta Facebook. "In Campania - ha aggiunto De Luca - abbiamo fatto un lavoro importante, testimoniato dal fatto che oggi siamo la regione d'Italia con il numero più basso di morti per Covid. Abbiamo governato una regione che ha il tasso di densità abitativa più alto d'Italia e d'Europa, abbiamo dovuto fare scelte drastiche perché eravamo convinti che se perdevamo il controllo della situazione avremmo avuto in Campania un'ecatombe. Credo che abbiamo dimostrato coraggio quando abbiamo istituito immediatamente le zone rosse, chiudendo tutto quello che si poteva. Non era facile allora, vi erano pressioni anche comprensibili ma inaccettabili di settori economici, mondo del commercio. Non era facile decidere ma noi abbiamo deciso, e quasi sempre abbiamo preso decisioni due mesi prima del Governo nazionale, per tutelare la vita dei nostri concittadini". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca: “Governo sgangherato. Io anomalia nazionale”

NapoliToday è in caricamento