Politica

De Luca: "Immunizzare Napoli entro luglio è tra le priorità. Per qualità servizi qui sembra di essere in Svizzera"

Il Presidente della Regione ha fatto il punto della situazione in Campania sulla campagna vaccinale e sull'emergenza Covid nella consueta diretta social del venerdì pomeriggio

De Luca

"E' stata una settimana molto interessante, con alcuni elementi di soddisfazione per la Campania, come il superamento di 2 milioni di somministrazioni. Possiamo vantare il miglior risultato in Italia per quanto riguarda le vaccinazioni agli ultraottantenni, nonostante abbiamo ricevuto 200mila dosi di vaccino in meno, che il Commissario ci dice che ci verranno restituiti entro maggio/giugno. Hanno prodotto un danno enorme alla Campania. Il 10 maggio altrove iniziano le vaccinazioni per i 50enni, noi avremo finito invece. Siamo l'unica regione ad aver avviato la vaccinazione per i lavoratori del trasporto pubblico. E' diventata ormai linea comune in tutta Italia quella che noi abbiamo adottato settimane fa, ovvero quella di privilegiare il comparto turistico per non perdere la stagione estiva. Alla fine ci sono arrivati tutti quanti. Fra due settimane completeremo l'immunizzazione di Ischia. La priorità è quella delle isole e di immunizzare la città di Napoli entro luglio. Noi proseguiamo sulla nostra linea. Rigore, attenzione, ma anche apertura e tutela dell'economia, correndo con le vaccinazioni per raggiungere i nostri obiettivi. Si comincia a respirare, manteniamoci prudenti. Spero si parli sempre più di economia e lavoro e sempre meno di Covid. Sono convinto che così sarà. Ho solo il terrore delle serate e nottate di movida. Credo per i ristoranti sia necessario tenerli aperti fino alle 23 e consentire il deflusso dei clienti entro le 23,30. Considererei irresponsabile assistere alla movida nelle forme nelle quali l'abbiamo conosciuta nei mesi e negli anni passati. Lo ripeto in maniera brutalmente chiara: se dovesse succedere questo, noi ci giochiamo l'estate e a settembre avremo la terza ondata. Il mio appello va ai giovani: abbiate senso di responsabilità. Nessuna ricreazione da squinternati. Vi prego di essere prudenti, abbiamo nelle nostre mani la possibilità di tornare ad una vita quasi normale". Così il Presidente della Regione Vincenzo De Luca ha fatto il punto sull'emergenza da Covid-19 e sulla campagna vaccinale in Campania nel corso della consueta diretta social del venerdì pomeriggio.

"La campagna di vaccinazione - ha proseguito il Governatore - va avanti in maniera eccellente. Può capitare qualche giornata di affollamento, ma in generale i nostri concittadini possono testimoniare di aver ricevuto un servizio di ottima qualità. In alcune realtà sembra di essere in Svizzera o in Svezia, per la qualità del servizio. Lo dico soprattutto per rendere onore al nostro personale, che è stremato e che ringrazio. Rimaniamo, inoltre, la regione che restiamo con il livello più basso per occupazione di terapie intensive, il 21%, e il livello più basso di deceduti per Covid in base alla popolazione. Rispetto a questi due dati siamo all'avanguardia in Italia. E questo testimonia la qualità del servizio sanitario campano. Abbiamo anche la qualità del servizio di informazione più avanzato in Italia. Siamo la regione più trasparente d'Italia. Stiamo accelerando anche per la consegna delle card di avvenuta vaccinazione. Abbiamo un'app da 400mila utenti, la più scaricata in Italia nella categoria medica. Potevate immaginarlo due anni fa che la regione che usciva da 10 anni di commissariamento potesse produrre questi risultati di eccellenza? Il fiume di pazienti campani che vanno a curarsi al nord non c'è più. Qui ci sono eccellenze come il Pascale, il Santobono, il Monaldi, il Cardarelli, il Ruggi e altri ospedali sul nostro territorio. Abbiamo motivo per essere orgogliosi. A livello nazionale i media hanno tralasciato la notizia dell'inaugurazione dell'hub vaccinale di Capodichino, dove si possono somministrare fino a 10mila vaccinazioni al giorno. Stiamo concludendo una campagna di vaccinazioni straordinaria". 

"Qualcuno ha fatto ironia sulla questione Sputnik. Noi abbiamo fatto un contratto per acquistare dosi di vaccino aggiuntive. Con queste dosi avremmo già finito la vaccinazione nella nostra regione. Lo Spallanzani sta verificando l'efficacia di questo vaccino. La Repubblica di San Marino ha vaccinato tutta la sua popolazione. Altri 60 paesi nel mondo utilizzano Sputnik. Abbiamo chiesto di fare presto e valutare questo vaccino. Sulla valutazione scientifica non dico niente, dico solo all'Italia di muoversi", ha aggiunto De Luca. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca: "Immunizzare Napoli entro luglio è tra le priorità. Per qualità servizi qui sembra di essere in Svizzera"

NapoliToday è in caricamento