menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
De Luca

De Luca

De Luca: "Livello elevato di contagi in Campania. Così torniamo in zona rossa"

Il Presidente della Regione Campania ha fatto il consueto punto del venerdì sull'emergenza epidemiologica sul territorio

"Il problema della carenza dei vaccini è davvero drammatico. Ci siamo posti l'obiettivo ambizioso: completare per luglio la vaccinazione di tutta la città di Napoli e per fine anno di tutta la popolazione regionale. Oggi arrivano 50mila vaccini alla settimana, non in un giorno. Se la situazione resta questa, per la copertura vaccinale se ne parla nel 2022. Sento ancora qualcuno di questo Governo disciolto dire che entro l'autunno avremo l'immunità di gregge: ma si può dire ancora idiozie del genere. Con questa disponibilità se tutto va bene, possiamo completare la vaccinazione dei nostri cittadini nel 2022. Siamo in una situazione di totale precarietà, non abbiamo alcuna certezza sulle forniture e non possiamo fare alcuna programmazione. Nel mese di febbraio dovremo avere 240 mila vaccini, che useremo per coprire la fascia degli ultraottantenni. A loro dico di dare l'adesione". Così il Presidente della Regione Vincenzo De Luca, nel corso della consueta diretta social del venerdì pomeriggio, ha fatto il punto della situazione sull'emergenza epidemiologica da Covid-19 in Campania e sugli sviluppi della campagna vaccinale. 

Sui contagi il Governatore ha ammonito ancora una volta la cittadinanza: "Stiamo registrando un livello abbastanza elevato dei contagi, con dei picchi estremamente preoccupanti. Il fatto di essere in zona gialla ha determinato un rilassamento grave, che rischia di fare entrare la regione in zona rossa. Va detto con brutalità e con estrema chiarezza. Non ci vuole niente a passare in zona rossa e a chiudere tutto, con questi comportamenti. E' evidente che questo rischio sarà accentuato dalla riapertura delle scuole superiori. Oggi registriamo un picco nella città di Torre Annunziata. Abbiamo tassi elevatissimi. Segnalaremo questa situazione al sindaco, perchè prenda i provvedimenti del caso. Dobbiamo fare il massimo di attenzione e invitare tutti alla prudenza. Altrimenti passiamo direttamente dalla zona gialla alla zona rossa". 

De Luca ha commentato anche le vicende di politica nazionale della crisi di Governo in corso: "Il Governo come previsto è entrato in crisi. Credo sia opportuno non perdere ancora un minuto di tempo. Ne riparleremo fra una settimana, dieci giorni, per vedere gli sviluppi. Il Sindaco di Torino Appendino è stato condannato ad un anno e mezzo. Non commento la sentenza, però credo sia opportuno sottolineare che fa parte del Movimento 5 Stelle, che per circa 10 anni ha messo all'indice chi aveva anche ricevuto solamente un avviso di garanzia. Oggi vedo che tanti esponenti pentastellati hanno cambiato opinione ed esprimono solidarietà. Hanno cambiato idea anche sul tema delle alleanze. Ora siamo passati all'eccesso opposto. Altro che battaglia contro la casta, stiamo assistendo ad uno spettacolo vergognoso. Ai cittadini italiani sta arrivando un'immagine vergognosa della politica, di mercato. Non dico per delicatezza quello che penso di alcuni ministri di questo Governo dimissionario, che in altri paesi avrebbero fatto fatica anche a fare i parcheggiatori abusivi. Il Governo avrebbe dovuto fare due cose fondamentali: il piano vaccini ed il recovery plan. Ma un obiettivo del genere non era alla portata di questo Governo. Sul piano vaccini stiamo subendo posizioni inaccettabili dalle aziende produttrici di vaccini. Ma considero sconvolgente che non siano pubblici i contratti, fatti dall'Unione Europea, che sono secretati. Abbiamo assistito al 'mercato nero' dei vaccini che ha penalizzato la Campania. Stiamo facendo la guerra per riprenderci quello che ci è stato tolto. In alcune regioni si sta vaccinando gente che non ha nulla a che fare con il personale sanitario o con le Rsa. Un'altra bizzaria tutta italiana è che tutto è in mano al Commissario per l'emergenza. Si sta facendo una gara da oltre 8 milioni per scegliere le imprese che dovranno realizzare gli stand dove effettuare i vaccini. Noi stiamo cercando di individuare strutture pubbliche con i comuni per individuare queste sedi. E' una gara inutile, di cui non c'è alcun bisogno. E' una delle tante anomalie. Ma il vero problema, drammatico, è la carenza dei vaccini". 

Chiusura sulle scuole: "Nella giornata di ieri abbiamo dato delle raccomandazioni, in relazione alla riapertura delle attività in presenza per le superiori per proporre alcune riflessioni ai dirigenti scolastici. Negli ultimi giorni siamo stati inondati di segnalazioni di diverso segno. Il tema della scuola è molto complicato, che va affrontato con equilibrio. Si è lavorato per potenziare il piano di trasporto pubblico. Alcune famiglie ci hanno segnalato il problema dei pendolari, in caso di differenziazioni degli orari. Altri ci hanno chiesto un'organizzazione più flessibile. Abbiamo segnalato tutto ai dirigenti scolastici. Decidano loro la migliore organizzazione". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, de Magistris sul contagio: "Zona rossa sempre più verosimile"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento