Giovedì, 23 Settembre 2021
Politica

De Luca: "Contagio cresciuto in maniera limitata rispetto a quanto sta accadendo di notte"

Il Presidente della Regione ha fatto il punto della situazione in Campania nel corso della consueta diretta social del venerdì pomeriggio

"Siamo in un momento difficile e dobbiamo fare uso della ragione, chiarendo la situazione e gli obiettivi su cui lavorare. Abbiamo una ripresa fortissima del contagio in Italia. Rispetto a un anno fa abbiamo due elementi positivi: il primo è la campagna di vaccinazione che ha riportato risultati significativi, il secondo è un inizio di ripresa economica che ci incoraggia. Per il resto dobbiamo capire come muoverci, per evitare di fare passi indietro e fronteggiare un problema come la diffusione della variante Delta. La prima cosa da fare è completare la campagna di vaccinazione, è l'obiettivo primario. E' indispensabile per contenere e poi sconfiggere l'epidemia. In Campania abbiamo fatto 6,2 milioni di somministrazioni. L'obiettivo per fine luglio è arrivare a 3 milioni di cittadini immunizzati con le due dosi. C'è stata una ripresa anche delle vaccinazioni per prime dosi. Io per dare l'esempio mi sono vaccinato a dicembre. Ora tutti vogliono dare l'esempio, ci potevano pensare 10 mesi fa". Così Vincenzo De Luca ha fatto il punto della situazione in Campania nel corso della sua consueta diretta social del venerdì pomeriggio. 

Il Presidente della Regione ha poi parlato della questione controlli e dei rischi di assembramenti: "Abbiamo inasprito i controlli a Capodichino e nelle principali stazioni della Campania. Come può essere efficace una campagna anti-Covid con controlli zero? Nei locali pubblici fanno finta di entrare con i controlli, poi dall'una in poi feste, balli, senza mascherina, giovani uno sull'altro. Io mi meraviglio che il contagio sia cresciuto in maniera così limitata rispetto a quanto sta accadendo nelle ultime settimane. Vi lascio solo immaginare cosa sta succedendo di notte, nelle aree della movida in tutta Italia. Dobbiamo spegnere subito i possibili focolai in Campania. Dobbiamo sospendere tutta una serie di eventi dove è impossibile controllare il formarsi di assembramenti. A Giffoni per il festival sono stati sospesi i concerti e gli eventi musicali. Anche per la festa di Sant'Anna a Ischia diventa incontrollabile la situazione. Sarebbe un peccato buttare a mare il lavoro fatto nei mesi precedenti per le isole per una serata di festa. Non ci sono le condizioni. Non c'è personale a sufficienza per controllare migliaia di positivi. Per questo bisogna essere prudenti e non fare la corsa alle aperture. Questa la corsa la paghiamo poi per sei mesi. Questa esperienza l'abbiamo già fatta".

De Luca ha parlato poi della questione scuole: "La priorità oggi è completare la vaccinazione della popolazione studentesca sotto i 18 anni. I docenti qui da noi si sono vaccinati quasi tutti. Dobbiamo evitare di tornare alla didattica a distanza. Ma è evidente che se non si raggiunge un'immunità di gregge, almeno il 70% della popolazione studentesca, ci sarà di nuovo la necessità di ricorrere alla Dad. Dobbiamo completare la campagna di vaccinazione, anche a costo di ritardare l'inizio dell'anno scolastico".

"In Italia ci sono alcuni soggetti che fingono di difendere le attività economiche. Il primo di questi è Salvini, ma ci sono anche alcuni soggetti di Fratelli d'Italia che fanno demagogia. Per anticipare di qualche settimana l'apertura di alcune attività economiche, si rischia di farle chiudere poi a lungo. Anticipando l'abolizione dell'uso della mascherina all'aperto per dare un contentino a Salvini, abbiamo accelerato la ripresa del Covid in Italia. Quando il leader della Lega dice che sotto i 40 anni si può evitare di fare il vaccino, siamo davvero alla follia. Oggi l'età media dei contagiati è scesa a 28 anni. Sono cose incredibili. La libertà con la campagna di vaccinazione non c'entra niente. Queste stupidaggini che sentiamo sono veramente insopportabili. La libertà di ogni cittadino deve essere limitata dalla responsabilità che ognuno deve avere nei confronti di tutti. La vaccinazione obbligatoria sui luoghi di lavoro è una buona idea. Non vedo in questo caso attentati alle libertà. Con il Green Pass noi dobbiamo tutelare i cittadini che si sono vaccinati e che non devono rischiare di essere contagiati da chi non lo ha fatto", ha aggiunto il Governatore parlando della situazione a livello nazionale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca: "Contagio cresciuto in maniera limitata rispetto a quanto sta accadendo di notte"

NapoliToday è in caricamento