rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021

De Luca: "Scuole aperte non oltre il 50 per cento. Ristoranti in funzione fino alle 23"

Il Presidente della Campania critica il decreto sulla ripartenza: "Ancora troppi contagi in classe. Assurdo riaprire i locali di sera e mantenere il coprifuoco alle 22"

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca tuona contro il Governo. Nel consueto appuntamento con la diretta Facebook del venerdì, il governatore ha messo al centro il decreto sulle riaperture che prevede, dal 26 aprile, il rilancio delle attività economiche e sociali del Paese. 

Il primo affondo è sulla scuola: "Il Governo prima impone di sospendere la vaccinazione al personale docente e poi vuole aprire le scuole al 100 per cento. Ho firmato un'ordinanza che vieta la presenza degli studenti oltre il 50 per cento dove non sussistono le condizioni di sicurezza e distanziamento. L'anno scolastico è finito, sarebbe stato più saggio prepararsi per settembre e consentire il ritorno in aula a chi deve sostenere l'esame".

Il secondo tema del presidente è quello dei ristoranti: "Ci prendono in giro. Si offre la possibilità ai ristoratori di riaprire anche per cena, ma si mantiene il coprofuoco alle 22. Una cosa impossibile. Io propongo che possano restare in funzione fino alle 23 e che gli avventori possano rientrare entro le 23.30 a casa, magari esponendo uno scontrino a un eventuale controllo". 

L'ultima stoccata è sui controlli: "A 15 mesi dall'inizio della pandemia ancora non ho visto un piano coordinato di gestione delle forze dell'ordine per atturare i controlli necessari".  

Video popolari

De Luca: "Scuole aperte non oltre il 50 per cento. Ristoranti in funzione fino alle 23"

NapoliToday è in caricamento