rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Politica

De Luca contro i migranti alla Festa dell'Unità, una pagina della Lega condivide sui social il suo discorso

“Sul litorale domitio i nigeriani fanno spaccio di droga e spaccio di prostituzione, violano leggi e regole. Se devo decidere tra la serenità dei miei figli e la bandiera del partito scelgo i primi"

Stanno facendo discutere le parole pronunciate da Vincenzo De Luca, governatore Pd della Campania, alla Festa dell'Unità a Ravenna.

“C'è una parte della realtà che il Pd non conosce”, ha spiegato in riferimento ai migranti e “a quelle zone del Paese in cui bande di nigeriani occupano militarmente i territori". “Sul litorale domitio – ha proseguito – i nigeriani fanno spaccio di droga e spaccio di prostituzione, violano leggi e regole. Extracomunitari tornano nei Cas ubriachi e padri di famiglia, di notte, aspettano preoccupati i loro figli".

“Se devo decidere tra la serenità dei miei figli e la bandiera del partito – ha proseguito sulla stessa linea De Luca – scelgo i miei figli”.

Dichiarazioni che se da un lato hanno lasciato molto freddo il pubblico democratico, dall'altro sono riuscite ad appassionare la pagina social “Lega Campagna” (26mila fan, relativa alla cittadina del salernitano dove Salvini sta organizzando la “Pontida del Sud”), che ha condiviso il video con le parole del governatore campano. “Sarà forse un razzista? Un fascista? Oppure anche De Luca, semplicemente, è un uomo di buonsenso?”, scrivono sulla pagina Lega Campagna.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca contro i migranti alla Festa dell'Unità, una pagina della Lega condivide sui social il suo discorso

NapoliToday è in caricamento