rotate-mobile
Politica

Vaccinazioni Covid, De Luca contro il governo: "Arriva sempre con due mesi di ritardo"

Le parole del numero uno di Palazzo Santa Lucia all'inaugurazione, a Città della Scienza, della 35ma edizione di Futuro Remoto

Vincenzo De Luca pungola il governo a proposito della campagna vaccinale. Oggi a Città della Scienza, accanto al presidente Riccardo Villari per l'inaugurazione di Futuro Remoto (kermesse giunta alle 35ma edizione), il governatore ancora una volta non ha nascosto la sua insoddisfazione per quanto deciso - o non deciso - a Roma.

Il tema è sempre il contrasto al Coronavirus. "Il governo arriva sempre con due mesi di ritardo - sono state le parole del presidente della Regione - Perché ancora non è stato approvato l’obbligo della terza dose almeno per il personale sanitario?"

"Siamo qui in un posto dove si trasmette scienza e sapere - ha aggiunto ancora De Luca - e assistiamo ad un movimento neomedievale come i no vax, stiamo arrivando alla stregoneria, alla negazione di ogni verità scientifica e questo rischia di determinare degli eventi davvero drammatici". 

De Luca su Bagnoli

Il presidente della Campania si è soffermato anche sul futuro del quartiere che ospita Città della Scienza, ovvero quella Bagnoli da 30 anni oggetto di dispute sulla riqualificazione.

Mentre per quanto riguarda l'ex Nato (di competenza regionale) ha annunciato che nelle strutture ora in disuso "sorgerà un polo cinematografico e multimediale", sul futuro dell'area in generale ha spiegato che "molto dipenderà anche dalla nuova amministrazione comunale e dal nuovo sindaco ora designato come commissario dal governo". E ancora: "Sono almeno 30 anni che non si muove una foglia in uno dei territori più belli d’Italia e d’Europa, sarà decisivo il ruolo della nuova amministrazione comunale. Ci auguriamo ci sia un elemento di dinamizzazione che non abbiamo avuto negli anni passati".

Chiarimenti anche sulla stessa CdS. "Per quanto ci riguarda intanto - ha infatti aggiunto - abbiamo salvato Città della Scienza che era arrivata al fallimento. Ora è tutta della Regione e stiamo lavorando per far nascere un grande progetto di trasformazione urbana".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccinazioni Covid, De Luca contro il governo: "Arriva sempre con due mesi di ritardo"

NapoliToday è in caricamento