Politica

De Magistris: "Senza sostegno del Governo i comuni cederanno come birilli. Se cadiamo noi, cade tutta la città"

"Servono 5-6 miliardi di liquidità, riducendo il fondo crediti e azzerando il debito"

"Se il Governo non inizia a sostenere i comuni, inizieranno a cadere come birilli uno dopo l'altro, e questo non succederà fra tre mesi, ma dopo Pasqua". Lo ha detto, su Radio CRC, Luigi de Magistris, sindaco di Napoli, per il quale la soluzione consiste nell'immissione nelle tasche dei comuni, "di 5-6 miliardi di liquidità, riducendo il fondo crediti e azzerano il debito".

De Magistris punta l'indice contro "il Governo che vorrebbe sostenere solamente le Regioni e abbandonare completamente i Comuni, confidando nel senso di responsabilità e di sacrificio dei sindaci, ma non ha compreso che se noi cadiamo, cade la città intera".

Il sindaco spiega che si rischierebbe di non poter più raccogliere i rifiuti e di rischiare di non poter più garantire i servizi essenziali alla popolazione. "Abbiamo perso circa 13 milioni, che il Governo deve garantirci nuovamente. C'è una sottovalutazione della situazione che risulta preoccupante".

Asporto vietato

"La Campania è l'unica regione in cui è vietato l'asporto, idea illogica, perché non c'è nessun rischio e si potrebbe dare lavoro a tutte quelle persone che, in questo periodo, il lavoro lo hanno perso, ma anche aiutare chi non ha la possibilità di fare la spesa, garantendo un 'pranzo sospeso", conclude il sindaco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Magistris: "Senza sostegno del Governo i comuni cederanno come birilli. Se cadiamo noi, cade tutta la città"

NapoliToday è in caricamento