menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

De Luca: “Mascherine obbligatorie in Campania. Chi non le indossa è una bestia”

Per la Regione: “Ripartiranno gli allenamenti del Napoli Calcio. Ci sono le condizioni”

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca ha tenuto il consueto discorso informativo del venerdì. Questi tutti i punti toccati e le sue parole nel dettaglio:

“Assistiamo a livello nazionale al litigio permanente che è pessima figura per l'Italia. Situazione difficile e contradditoria anche per il Governo. Ci sono interessi che è difficile da contemperare. In qualche caso i percorsi non sono chiari. Per essere chiari, una parte della politica italiana è in crisi di astinenza è la necessità di tornare sulla scena. Per molta parte della società italiana pare chee non sia cambiato niente. Se qualcuno pensa che noi torneremo come eravamo sei mesi fa non ha capito niente. Se non abbiamo senso di responsabilità individuale per l'Italia sarà una tragedia nazionale. Fase difficile solo con senso di responsabilità. Fino a che non avremo il vaccino dobbiamo abituarci a un altro modo di vivere. 

Noi lavoreremo in maniera chiara e ordinata con verifiche ogni 14 giorni. Come sappiamo il tempo di incubazione è di due settimane, e faremo verifica della situazione e capire se ci sono state conseguenze rispetto alle decisioni prese. Se riemerge il contagio dobbiamo intervenire subito. Io ho il terrore di una ripresa del contagio. Vedo troppa disinvoltura e gente sportiva in giro. In Italia abbiamo centinaia di migliaia di persone asintomatiche. Dovremo vivere con la preoccupazione che chi mi sta vicino possa essere un portatore e dobbiamo parare il pericolo. Se avremo comportamenti responsabili e prudenti potremo affrontare la seconda fase con tranquillità, altrimenti il rischio è dietro l'angolo. Poi quando dovesse succedere non è che facciamo ricorso al Tar o al Consiglio di Stato. 

Almeno su una cosa dobbiamo essere rigorosi fino all'ossessione: l'obbligo di indossare sempre le mascherine fuori casa. Il distanziamento sociale è complicato non ci prendiamo in giro, ma almeno indossare le mascherine è possibile e indispensabile e saremo rigorosissimi. Ci sono sanzioni. Noi dobbiamo pretendere questa cosa perché ci dà serenità. Abbiamo preso provvedimenti per limitare la mobilità con due fasce orarie. Se lasciamo libera tutta la giornata avremo un affollamento per 24 ore e le fasce orarie non creano affollamenti, abbiamo verificato. L'orario dovrebbe servire alle famiglie con bambini. Bisogna indossare le mascherine per rispetto dei bambini e degli anziani. 

La Regione ha fatto un lavoro immane per distribuire quattro milioni e 500mila mascherine e un milione e 250mila per i bambini. Abbiamo completato la distribuzione, manca solo il Cilento che verrà completato entro domani. Utilizzeremo l'anagrafe vaccinale per inviare a casa i kit per i più piccoli. Capisco che se non si può fare footing è una limitazione ma non è possibile farlo tra le famiglie che passeggiano. 

Per farci una risata,  non dovete immaginare che vadano a fare footing le ragazze toniche con i fuseaux aderenti come nella pubblicità televisiva. Quelle cose magari ti riconciliano con la natura. No, io ho trovato a fare footing ho trovato vecchi cinghialoni della mia età andavano a correre senza mascherine con una tuta che arrivava alla caviglia, con una seconda tuta alla zuava alle ginocchia, con un terzo pantaloncino sopra. Questi andrebbero arrestati a vista per oltraggio al pudore. Vi mettete a fare footing in mezzo ai bambini e alle famiglie. Immaginare che ci siano persone che sputacchiano goccioline di saliva in mezzo agli anziani e alle famiglie. Chi non indossa la mascherina è una bestia per due motivi: perché non rispetta le famiglie e gli anziani e perché non rispetta il lavoro immane fatte. Ieri sera a Santa Lucia c'erano centinaia di persone che passeggiavano raggruppati in allegre brigate. Non è possibile. Da oggi i sindaci hanno il potere di far rispettare le ordinanze. Ringrazio tanti sindaci che hanno collaborato ma altri se ne infischiano e non è possibile. Chi è senza mascherine va sanzionato. 

La fase due per la Campania è già cominciata ma a livello nazionale non sono stati attenti. Abbiamo fatto il piano socio-economico di un miliardo. Le polemiche per il Governo che promette e non fa. In Campania non è così. Abbiamo deciso di dare duemila euro alle aziende danneggiate. Ieri abbiamo firmato i decreti di pagamento per 2500 imprese. Dopo due settimane è un miracolo. Sono arrivate 121mila, ne abbiamo 50mila in più, cercheremo di coprirle. Per la provincia di Napoli sono già in pagamento per 1400 imprese. 

Il bonus per i professionisti: questo bando ha già avuto oltre cinquantamila domande. Sono già partiti i pagamenti per i professionisti del settore agrario e continueremo a blocchi di migliaia. 

Le pensioni minime a mille euro: siamo arrivati a 250mila pensionati ai quali daremo un bonus per le pensioni di maggio e giugno. Stiamo facendo una convenzione per l'Inps e mi auguro di riuscire a firmarla martedì o mercoledì. La Campania si è mossa con la logica pochi, maledetti ma subito. 

Il bando per il sostegno al fitto: i comuni devono trasmettere l'elenco dei beneficiari. Cominciamo i pagamenti a metà maggio. Daremo inforrmazioni per gli stagionali e per le famiglie con figli al di sotto di 15 anni da 300 a 500 euro a secondo del reddito Isee, a oggi abbiamo 130mila domande. 

Abbiamo mandato 98 milioni di euro per i servizi assistenziali agli ambiti di zona. Vi daremo nei prossimi giorni i dettagli di tutti i pagamenti alle aziende. Nel mese di maggio daremo un contributo agli studenti universitari. 

Abbiamo mandato tutte le informazioni, i primi in Italia, relative alla Cassa integrazione in deroga. Ci vuole un lavoro enorme. Per la Campania la fase due è già cominciata. Dovremmo essere orgogliosi dell'immagine che oggi ha la Campania in Italia. Possiamo camminare a testa alta. 

Avremo incontri con il mondo del turismo e della balneazione, dello spettacolo, dello sport, per far riprendere le attività. Avremo un incontro anche per i terremotati di Ischia. Devono avere una proroga, torneremo alla carica. 

La principale emergenza è quella legata agli arrivi da fuori regione Campania. Io mi auguro che nessuno squinternato si metta a recitare la litania del rapporto tra Nord e Sud. Non c'entra niente. Noi stiamo ragionando su come evitare che nostri concittadini possano alimentare eventuali focolai. Tutto qui, finiamola con le stupidaggini Nord e Sud. Queste divisioni per noi sono idiozie. Noi corriamo un rischio serio e il Governo non ha assunto una decisione ragionevole. Io ribadisco che ci siano dei controlli nelle stazioni di partenza. Per quello che ci riguarda manterremo ferme le disposizioni che sono vigenti. Chi viene in Campania deve segnalare il proprio arrivo alle Asl e andare in autoisolamento. Per Capri, Ischia e Procida dobbiamo avere la possibilità di fare controlli preventivi per tutelare i nostri gioielli turistici. Non possiamo avere immissioni di massa non controllati. Per noi è un momento decisivo, non voglio drammatizzare ma se ci arrivano 100 positivi qui diventa un problema. 

Noi avremo un aumento del trasporto fino al 50% ma come si fa a fare distanziamento. Queste sono palle. Abbiamo approvato un'ordinanza per lo scaglionamento degli ingressi negli uffici pubblici. Questo ci può aiutare a evitare gli affollamenti. A maggior ragione sui mezzi pubblici, l'uso della mascherina è aassolutamente obbligatorio. Mettevene tre di mascherine, siate estremamente responsabili. 

Per la scuola non possiamo fare che ci siano 35 bambini nelle classi e non dare strumenti di protezione personale ai docenti. Abbiamo chiesto anche assunzioni. Per le scuole paritarie abbiamo chiesto attenzione al governo. 

Concorso Regione Campania. Stiamo lavorando per completarlo e assumere tremila giovani e da giugno possiamo mandarli a lavorare nei comuni e le corti d'appello. 

Ci è arrivata una richiesta dal Napoli per poter fare gli allenamenti con una lettera. De Laurentiis propone una forma di lavoro estremamente interessante. Possono fare gli allenamenti avendo un distanziamento di venti metri e per fasce orarie, senza uso comune delle docce e trasporto individuale. Mi pare ci siano tutte le condizioni per consentire gli allenamenti. 

Faremo poi uno screening di massa e l'affideremo anche a laboratori privati. Ma vi chiedo una cosa: usare la mascherina. Le ordinanze serviranno a poco. Ma bisogna essere responsabili”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dramma a Sanremo: morta la mamma del maestro Campagnoli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento