menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ruspe in azione

Ruspe in azione

Condono per piccoli abusi, no da ambientalisti e Commissione Bilancio

Bocciata la proposta del Pdl Schifoni per sanare gli abusi precedenti al 2010. Compatti WWF, Legambienti e Italia Nostra: "Schiaffo ai cittadini onesti". Ma l'emendamento arriverà in consiglio

Compatti WWF, Legambiente e Italia Nostra nel bocciare la proposta di Luciano Schifone (Pdl) tesa a sanare i piccoli abusi commessi fino all’anno 2010, prima quindi dell’entrata in vigore del Piano Casa Regionale.

Il mini-condono non passa l’esame nemmeno in commissione bilancio, ma la questione non si chiude ancora qui. Schifone e Lello Topo (esponente Pd) ripresenteranno la proposta in consiglio, nella convinzione che l’aula debba esprimere la propria opinione in questa materia.

Gli ambientalisti, intanto, serrano le fila e danno battaglia aperta: “L’emendamento è di fatto l’ennesimo condono edilizio – scrivono unite le sigle protettrici del nostro patrimonio ambientale – Un segnale pessimo. Uno schiaffo in pieno viso ai cittadini onesti”. 

Molto dure anche le parole del presidente della Commissione urbanistica Carlo Iannello , per il quale nel nostro Paese e soprattutto nella nostra regione si è vissuto fin troppo di “eccezioni” urbanistiche e sanatorie, che sono solo motivo di sottosviluppo.

Ma questa proposta non sarà la sola ad essere discussa in consiglio, come riporta il Mattino sul tavolo anche la questione delle Comunità Montane e le politiche sociali, che soffrono dei gravi tagli alla spesa. Per il contenimento dei costi imposto dalla nuova manovra economica i cambiamenti saranno molti: trasferimenti di competenze tra enti (ad esempio la gestione del ciclo integrato delle acque e la riscossione tributi passa alla Regione), accorpamenti tra società partecipate, nuove norme per il demanio marittimo (annullate le concessioni a titolo gratuito), annullamento del concorso per 14 nuovi assunti al consiglio regionale e, tra le altre cose, facilitazioni per le liberalizzazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento