menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
De Magistris

De Magistris

De Magistris: "Avvocatura Comune impugnerà nomina Commissario Bagnoli"

Il Sindaco di Napoli avvisa il Governo Renzi: "Anche se il prescelto sarà Cantone, noi ci opporremo con tutte le forze al commissariamento"

Il Consiglio Comunale di Napoli ha approvato a maggioranza, sul finire della seduta odierna, un ordine del giorno, a firma dei consiglieri Grimaldi e Rinaldi, che impegna l'Amministrazione a promuovere ogni iniziativa, anche giudiziale, per scongiurare il commissariamento.

Sull'argomento, prima della chiusura dei lavori, è intervenuto il Sindaco Luigi de Magistris: "Oggi abbiamo fatto un buon lavoro. Non è stato vano cercare di giungere ad un documento il più largamente condiviso. Siamo stati i primi ad opporsi allo Sblocca Italia e l’11 aprile i tanti sindaci che hanno detto no al decreto si riuniranno proprio a Bagnoli, perchè Napoli è l'epicentro di questa battaglia. Il Governo è costretto a far scendere in campo una delle persone più autorevoli che ha disposizione, Raffaele Cantone. Oggi noi abbiamo presentato per la prima volta, seppur per grandi linee, un piano per Bagnoli, che presenteremo al Governo o al Commissario".

"Io - ha proseguito il Sindaco di Napoli - l'ho detto anche a Raffaele Cantone: non si tratta di un problema di persona fisica. Noi siamo contro il commissariamento. Ho già dato mandato all'avvocatura del Comune che non appena sarà nominato il Commissario, impugneremo questa nomina. La nostra è una battaglia di difesa dei diritti costituzionali. Cantone sembra diventato il Mago Merlino. Lo buttano ovunque, rischiando di bruciarlo. Se avessero nominato Cantone commissario quattro giorni fa, lo avrebbero messo in un tritacarne. La strada per noi è molto chiara: bisogna rientrare nei parametri costituzionali. Noi oggi siamo più forti, perchè abbiamo discusso di Bagnoli nel merito e di come dovrà essere secondo noi. Il lavoro presentato dall'Assessore Piscopo è frutto di un lungo confronto, dialogo, ascolto.

"Cantone e Renzi - conclude de Magistris - sanno che senza la città di Napoli non si va da nessuna parte. Non è un ricatto, nè una minaccia, perchè loro sanno di aver sbagliato. Oggi devono fare un nuovo decreto che regga la nomina di Cantone al vaglio del Quirinale. Se non saranno rispettati i parametri costituzionali, non passerà nessun commissario. Cantone o non Cantone, la durezza dei contenuti della nostra battaglia sarà sempre la stessa. Credo che politicamente questa partita la città di Napoli l'ha vinta. I commissariamenti insegnano che sono l'epicentro dell'affarismo, della corruttela e della penetrazione delle mafie all'interno delle istituzioni del nostro Paese. Per questo noi ci auguriamo che il Governo faccia un passo indietro. Se non vuole fare un passo indietro deve rientrare nei parametri costituzionali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento