rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Politica Chiaia / Via Riviera di Chiaia

Mergellina, commercianti preoccupati: “Situazione sempre più allarmante”

"Siamo una delle zone più martoriate di Napoli. Altri colleghi si accingono a chiudere le proprie attività", spiega a Napoli Today Roberto Marinelli, presidente del Centro commerciale naturale Mergellina

Tra i più penalizzati dalla chiusura del traffico veicolare conseguente al crollo del palazzo alla Riviera di Chiaia, ci sono senza ombra di dubbio i commercianti di Mergellina e dintorni. Sono molte le attività che, in un periodo già di grande crisi economica, hanno dovuto alzare bandiera bianca ed abbassare in modo definitivo le proprie serrande.

Anche il Sindaco de Magistris, nelle scorse settimane, ha sottolineato quanto sia importante e prioritario risollevare la situazione, attraverso l’organizzazione di eventi e novità che consentano agli esercenti in questione di ripartire.

“Siamo una delle zone più martoriate di Napoli negli ultimi periodi”, spiega a Napoli Today Roberto Marinelli, presidente del Centro Commerciale naturale Mergellina, che fa riferimento alla Confcommercio partenopea.

I commercianti di Mergellina chiedono all’amministrazione di conoscere tempi certi per la riapertura del traffico nella zona, così da poter programmare il proprio futuro: “Ma fino ad ora – dice Marinelli – oltre al rientro di alcuni residenti nelle proprie abitazioni, dal Comune non abbiamo avuto notizie sulla riapertura della Riviera di Chiaia”.

I dati, intanto, sono impietosi ed il crollo del fatturato per gli esercizi commerciali della zona, sta assumendo proporzioni enormi: “Le notizie – conclude Marinelli – sono allarmanti. Altri colleghi, infatti, si accingono a chiudere a breve le proprie attività”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mergellina, commercianti preoccupati: “Situazione sempre più allarmante”

NapoliToday è in caricamento