Domenica, 17 Ottobre 2021
Politica Vomero

V Municipalità, intervista alla candidata presidente Cozzolino: "Bisogna riportare i servizi ai cittadini ad un livello adeguato di efficienza"

"Bisogna partire da una grande rivoluzione della normalità", afferma la candidata presidente per la coalizione che sostiene Gaetano Manfredi

Non solo per l’elezione del nuovo sindaco e per il rinnovo del Consiglio Comunale. A Napoli domenica 3 e lunedì 4 ottobre si voterà anche per l’elezione dei nuovi presidenti municipali e per il rinnovo dei consigli. Alla V Municipalità Arenella Vomero, tra le candidate e i candidati in corsa per la successione del presidente uscente Paolo De Luca, c’è Clementina Cozzolino, consigliera municipale uscente e candidata presidente per la coalizione che sostiene Gaetano Manfredi, che ha risposto alle nostre domande: 

Come è maturata la decisione di candidarsi alla Presidenza della V Municipalità?

"La mia candidatura alla presidenza della Municipalità Arenella Vomero nasce a conclusione di un lungo percorso nell'istituzione prima circoscrizionale e poi Municipale. Un percorso di ben 20 anni in cui ho ricoperto diversi ruoli (consigliere di maggioranza, assessore Municipale e anche consigliere di opposizione all'amministrazione de Magistris negli ultimi 5 anni). Alle ultime amministrative ho ottenuto un risultato elettorale straordinario, con ben 1600 preferenze alla municipalità. Forte di questa esperienza e di un buon radicamento territoriale, approdo a questa importante candidatura".

Da cosa deve ripartire, a suo parere, il territorio della V Municipalità e cosa, invece, cambierebbe nel caso in cui fosse eletta Presidente.

"Innanzitutto bisogna riportare i servizi ai cittadini ad un livello adeguato di efficienza. Penso alle strutture comunali di via Giacinto Gigante e a quella di via Morghen che praticamente sono chiuse al pubblico. Penso ad una manutenzione ordinaria seria del verde, delle strade, dell'arredo urbano, delle fognature, delle scuole, della biblioteca. Penso ai disabili e all'eliminazione delle barriere architettoniche. Penso alle politiche sociali che devono essere ricostruite rispetto ad una nuova emergenza economica e sociale post pandemica. Insomma, bisogna partire da una grande rivoluzione della normalità. Penso, inoltre, che la sinergia tra istituzioni locali e nazionali sia fondamentale per rilanciare i territori. A tal proposito stasera al cinema America Hall in via Tito Angelini parleremo con Fulvio Bonavitacola, vicepresidente della regione Campania e assessore regionale all'Ambiente, di un importante intervento programmato e finanziato dalla Regione Campania nello spazio adiacente Castel Sant'Elmo (accesso da via Caccavello), per un investimento di 900 mila euro, per la realizzazione del parco di Castel Sant'Elmo. Il progetto prevede la rifunzionalizzazione dello spazio, con la creazione di percorsi pedonali che degradano verso il belvedere. Insomma un rilancio anche del turismo in una meravigliosa area del nostro territorio. Lavorare in sinergia con la Regione Campania è fondamentale".

Negli ultimi anni si è molto discusso del ruolo delle Municipalità a Napoli: cosa ritiene debba cambiare in futuro?

"Il territorio deve assolutamente partire dal decentramento amministrativo, bisogna subito lavorare per avere municipalità autonome con poteri reali, dotazione organica ed economica. Senza questo la municipalità non potrà avere un effetto decisivo per il rilancio dei territori. Penso ad una municipalità in cui concretamente si possano dare risposte ai bisogni dei cittadini e del territorio. Penso ad una riforma della macchina comunale". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

V Municipalità, intervista alla candidata presidente Cozzolino: "Bisogna riportare i servizi ai cittadini ad un livello adeguato di efficienza"

NapoliToday è in caricamento