Politica

Comunali, Clemente su D'Angelo candidato: "Troppe divisioni, serve unità contro la destra"

L'assessore critica la scelta dell'ex commissario di Abc: "Sarà importante salvaguardare le battaglie di questi anni, senza lasciare Napoli alle forze di destra"

Alessandra Clemente, assessore del Comune di Napoli e candidata al ruolo di sindaco per le prossime elezioni, ha parlato ai microfoni di Radio Crc.

Sergio D'Angelo dopo la sua candidatura a sindaco è stato rimosso dalla carica di commissario di Abc, e l'assessore commenta così la vicenda: "L’Abc è una punta di diamante dell’amministrazione, per la nostra battaglia vinta dell’acqua pubblica e con l’approvazione del bilancio, finalmente finisce una stagione commissariale ed è naturale andare ora verso la composizione di un Cda".

"Stimo Sergio e credo sia una ricchezza – spiega entrando poi nel rapporto con D'Angelo – Temo, sul piano politico, che si vada in modo pericoloso verso una frammentazione e divisione. Si devono mettere, in primis, al centro idee e programmi che uniscano per la città. Quando si aprirà la campagna elettorale sarà importante salvaguardare le battaglie di questi anni, senza lasciare Napoli alle forze di destra. Io lavoro a un progetto di città che unisce".

Le riaperture e l'emergenza economica

"Riapre la Floridiana. I parchi dello Stato che riaprono sono un messaggio di libertà e fruizione per noi cittadini importante, penso anche a Capodimonte – ha proseguito nella sua intervista a Barba&Capelli Alessandra Clemente – Nel rispetto delle posizioni dei direttori abbiamo chiesto di valutare di restare aperti, in alcuni casi è avvenuto, in altri no. Come Comune abbiamo provato a tenere aperti quanti più luoghi di nostra competenza, poiché l’aria aperta è uno strumento per evitare il contagio".

Sui dati delle domande per il reddito di cittadinanza Clemente ha sottolineato: "Sono davvero incredibili. Serve un piano strutturato per l’economia ed il lavoro, abbiamo anche pericolose spie di contagio criminale che cresce, per questo abbiamo rafforzato videosorveglianza e attività di supporto al commercio e all’impresa, attività di prevenzione da episodi di usura e racket. In questi mesi, inoltre, abbiamo lavorato sull’impiego sociale per i percettori del reddito di cittadinanza, così come previsto dalla normativa e con Inps e Guardia di Finanza voglio rafforzare i controlli perché quando riscontriamo attività in nero o illegali, da parte dei percettori del reddito, vanno applicate con fermezza le sanzioni previste".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali, Clemente su D'Angelo candidato: "Troppe divisioni, serve unità contro la destra"

NapoliToday è in caricamento