rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024

Caro-bollette, Costa: "Gas ribassato, ma rischio aumenti dietro l'angolo"

L'ex ministro dell'Ambiente del Movimento 5 Stelle lancia l'allarme: "Solo con le rinnovabili l'Italia può emanciparsi nel settore energetico. Ma le autorizzazioni sono troppo complesse"

Le bollette energetiche sembrano aver dato un po' di respiro agli italiani. I costi del gas sono ribassati eppur eil rischio di nuovi aumenti nel futuro prossimo non sono scongiurati. Il perchè lo spiega l'ex ministro dell'Ambiente Sergio Costa, oggi vicepresidente della Camera dei deputati in quota Movimento 5 Stelle. 

"Il mercato del gas è privato e, quindi, non risponde alle esigenze della comunità ma solo a quelle del massimo profitto. Ora, questo mercato si sta rimodulando e, quindi, assistiamo al ribasso. Però nel medio periodo l'Italia dovrebbe affrancarsi e può farlo solo attraverso le rinnovabili. Il nostro Paese non può contare su giacimenti di petrolio o gas, ma su sole, vento, acqua".

Ma allora perché il settore delle rinnovabili non decolla mai? "Perché l'iter autorizzativo è lungo e scoraggiante. Da ministro ho ridotto i tempi per il fotovoltaico, ma resta ancora il vincolo paesistico che frena lo sviluppo. Bisognerebbe intervenire su questo aspetto per rendere l'Italia autonoma". 

Si parla di

Video popolari

Caro-bollette, Costa: "Gas ribassato, ma rischio aumenti dietro l'angolo"

NapoliToday è in caricamento