rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Politica

A Berlusconi il Nobel della pace: la nota della coordinatrice cittadina di FI

Iris Savastano: "le dichiarazioni del presidente il primo vero e concreto passo per una politica tesa alla pace"

Mentre non si placano le polemiche suscitate dalle ultime parole del leader di Forza Italia Silvio Berlusconi sul conflitto Russia-Ucraina, e Napoli incassa la cancellazione da parte del capogruppo del Ppe Manfred Weber degli Study Days europei in programma in città, il coordinatore partenopeo del partito del cavaliere rilancia.

La nota del coordinatore cittadino di FI

"C'è una certezza: il leader politico che meglio ha saputo portare avanti trattative di pace è stato Silvio Berlusconi - scrive Iris Savastano - Per coloro che hanno scarsa memoria, vogliamo ricordare che il Cavaliere riuscì a fare stringere la mano a tutti i grandi della Terra, Putin e Bush compresi. Era il 28 maggio 2002 e furono firmati i cosiddetti accordi di Pratica di Mare, sulla scia di una vicinanza che oggi sembra lontanissima.

Ci meravigliamo che le dichiarazioni del Presidente Berlusconi, relative alla guerra in Ucraina, non siano accolte come il primo vero e concreto passo per una politica tesa alla pace dopo un anno in cui si è parlato solo di armi e guerra ed è palese che le sue parole, come sempre, rappresentino gran parte degli italiani che si riconoscono nelle sue dichiarazioni".

Quindi l'affondo della coordinatrice per Napoli di Forza Italia: "Ci meravigliamo quindi che il PPE cancelli il meeting di Napoli, ci aspettiamo un’Europa capace di iniziare trattative di distensione e di pace e che sappia interpretare correttamente le dichiarazioni del Presidente Berlusconi. Se qualcuno volesse essere onesto e sincero, dovrebbe candidare Berlusconi per il Nobel della pace".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Berlusconi il Nobel della pace: la nota della coordinatrice cittadina di FI

NapoliToday è in caricamento