Politica

Elezioni, Bassolino risponde a Manfredi: "Si può salvare Napoli"

L'ex sindaco risponde all'ex rettore della Federico II sulle motivazioni che l'hanno portato a rifiutare la candidatura

"L’enorme confusione che regna sulle prossime elezioni comunali mi dovrebbe far piacere ed invece rattrista perché aggrava ancora di più la situazione". Così sui social Antonio Bassolino dopo la lettera aperta pubblicata dall'ex ministro Gaetano Manfredi con cui ha declinato l'invito a candidarsi per le prossime amministrative cittadine.

Manfredi ha di fatto spiegato che una volta eletto non sarebbe in grado di rispondere alle aspettative dei napoletani, perché o si interviene a breve - e a Roma - per sanare il debito cittadino (5 miliardi), o il prossimo sindaco non sarà altro che "un commissario liquidatore".

"Mi sono candidato da oltre 3 mesi su sollecitazione di tante persone e ben sapendo che la città è gravemente dissestata - sono state invece le parole di Bassolino stamane - Di fronte a noi si profila un cammino tutto in salita: è davvero molto difficile ma non impossibile. Dipende dalla collaborazione tra le diverse istituzioni, da un giusto sentimento di impegno civile, da ognuno di noi. È per questo che mi rivolgo a tutti i napoletani e lo faccio non contro ma al di sopra delle parti politiche e delle loro difficoltà a mettersi al servizio di una grande realtà come la nostra. Forza, si può fare. Abbiamo il dovere di risollevare Napoli con competenza e con le mani libere, ed io penso di averle".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Bassolino risponde a Manfredi: "Si può salvare Napoli"

NapoliToday è in caricamento