Regione, l'addio di Bassolino: “Continuerò a far politica”

Antonio Bassolino dopo 10 anni lascia Palazzo Santa Lucia dopo il passaggio di consegne con Stefano Caldoro il neoeletto presidente della regione Campania

Con il passaggio delle consegne si è concluso l'iter che portava all'elezione del nuovo presidente dalla Regione. A Caldoro e ai nuovi consiglieri eletti va il mio saluto più cordiale e l'augurio di buon lavoro. I miei auguri sono veri e convinti perché per me il bene delle istituzioni e della comunità viene prima di ogni legittimo interesse di parte". Così Antonio Bassolino, durante il passaggio di consegne tra lui e il neoeletto presidente della Regione Stefano Caldoro.

Una stretta di mano tra i due nell'ufficio che ora sarà dell'ex ministro del governo Berlusconi e poi qualche battuta con la stampa prima di lasciare il proscenio al nuovo inquilino di Palazzo Santa Lucia: "Si chiude la campagna elettorale - ha proseguito con un chiaro riferimento alle polemiche sollevate da Caldoro per il buco dei conti ereditato - e si può e si deve guardare avanti perché Caldoro e il centrodestra hanno vinto in modo chiaro e dunque hanno il diritto di governare e il dovere di rimboccarsi le maniche e di guardare avanti nell'interesse dei cittadini. Io l'ho pensata sempre così: quando andai per la prima volta in Comune c'era una situazione di dissesto e un minuto dopo non mi sono messo a parlare di quello che c'era, ma mi sono rimboccato le maniche nell'interesse dei cittadini. E così ho fatto quando sono venuto qui a Santa Lucia. A Caldoro auguro buon lavoro".

"E ora cosa farà?", gli viene chiesto. "Continuerò a fare politica, avendo più opportunità per leggere, studiare di più, riflettere e scrivere di più, e per fare politica fuori dalla istituzione nella quale sono stato per tanto tempo. In altri modi, cercherò di dare il mio contributo alla battaglia per il Mezzogiorno che è una grande battaglia nazionale". A Caldoro nessun consiglio: "Continueremo a vederci nelle occasioni pubbliche - dice - e quando riterremo di farlo. Quello che potrò fare nell'interesse della Campania e dei cittadini contuinuerò a farlo. Il mio augurio - conclude prima di lasciare l'edificio - è che si faccia bene, perché più si lavora in una gara in positivo per chi fa meglio, e meglio è nell'interesse di tutti. Così ragiono, e così ho sempre fatto col mio senso dello Stato e delle istituzioni. L'ho fatto in questi anni, continuerò a farlo da semplice cittadino".

Dopo un'ultima chiacchierata con i giornalisti Bassolino lascia Palazzo Santa Lucia in motorino, accompagnato a casa da Marino Grilli, suo uomo ombra e factotum degli ultimi sedici anni. Dopo dieci intensi anni da governatore della Regione Campania, Antonio Bassolino ha lasciato ufficialmente il suo posto a Stefano Caldoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 gennaio (giorno per giorno)

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

Torna su
NapoliToday è in caricamento