rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica

Bassolino: "Troppi errori, de Magistris ha spaccato la città"

L'ex primo cittadino: "Napoli è ferita in modo grave, ma non è morta come alcuni pensano. Ha tante energie e per questo non dobbiamo arrenderci, ma reagire e costruire un futuro giusto"

Vicinanza umana ma anche una "forte critica politica" nei confronti di de Magistris sono state espresse dall'ex sindaco Antonio Bassolino in relazione al disastro di Città della scienza e al crollo del palazzo alla Riviera di Chiaia. "Mi sento molto vicino alla giunta e al sindaco perché sono stato sindaco e so che cosa significa affrontare simili circostanze". Bassolino, infatti, ha ricordato le voragini che si aprirono a Miano e Secondigliano che causarono vittime, durante il suo mandato.

Tuttavia, Bassolino ha sottolineato che "il sindaco in questi mesi ha teso troppo a dividere la città, a spaccarla, mentre il dovere di un sindaco è unire la città, chiamare a raccolta tutte le forze anche di opposizione". Tra le 'colpe' di de Magistris c'è quella di "aver trascinato la città nella vicenda di Rivoluzione civile, mentre io penso che Napoli debba sempre avere il Parlamento e il Governo, qualunque esso sia, dalla propria parte". Una maggiore coesione, dunque, è quanto serve a Napoli secondo Bassolino che ha evidenziato che "Napoli è ferita in modo grave, ma non è morta come alcuni pensanò.


"Napoli - ha concluso Bassolino - ha dentro di sé tante energie e per questo non dobbiamo arrenderci, ma reagire e costruire un futuro giusto". Dall'ex sindaco è stata espressa "solidarietà" agli sfollati della Riviera e ai lavoratori di Città della Scienza.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bassolino: "Troppi errori, de Magistris ha spaccato la città"

NapoliToday è in caricamento