rotate-mobile
Politica

Controversia con Bagnolifutura, De Magistris: "Vogliono intimidirmi"

Causa intentata dalla società dopo le dichiarazioni dell'ex pm nel giugno 2010: "Bagnoli è una pagina vergognosa di commistione tra politica e crimine attorno al denaro pubblico". Il candidato sindaco ricorre all'immunità

L'ex pm Luigi De Magistris, candidato sindaco di Napoli per l'Idv, ha chiesto di avvalersi dell'immunità - nella sua veste di eurodeputato - nella causa per diffamazione intentatagli dalla società Bagnolifutura.

La causa ha origine da una dichiarazione rilasciata da De Magistris il 3 giugno 2010: "Bagnoli è una pagina vergognosa di commistione tra politica e crimine attorno al denaro pubblico". In seguito a tali accuse, il 14 giugno dell'anno scorso il CdA della società Bagnolifutura - impegnata nelle iniziative di rilancio dell'area ex industriale - diede mandato al presidente Riccardo Marone e al direttore generale Mario Hubler di intentare causa a De Magistris per risarcimento danni conseguente alla diffamazione a mezzo stampa.

Nella prima udienza, svoltasi davanti al giudice Renata Palmieri della ottava sezione civile del tribunale di Napoli, "il difensore dell'ex pm ha preliminarmente reso noto che è stata presentata dall'eurodeputato richiesta di immunità al presidente del Parlamento europeo. Il giudice Palmieri, nel prendere atto di tale richiesta, ha sospeso la causa fissando la nuova udienza per il 20 febbraio 2012", conclude la nota di Bagnolifutura.


"Mi hanno chiesto qualche milione di euro come risarcimento, ma ci difenderemo alla grande". Così il candidato a sindaco ha risposto ai cronisti. "Ancora una volta, arriva la risposta intimidatoria. Nel caso specifico da Bagnolifutura Spa e dal potere politico che le sta dietro. Ribadisco quanto ho sempre sostenuto in merito al comportamento della società in questione e non cesserò di denunciare la malapolitica, gli intrecci finanziari con le amministrazioni pubbliche, lo sperpero di denaro pubblico. Mi vogliono intimidire, in quanto voce libera, per mezzo di cause civili. Ma questo tentativo non sortirà effetto. Al contrario, nella mia campagna elettorale sarà centrale la questione di Bagnoli, il cui sviluppo potrà essere da esempio per tutto il Sud. Mi difenderò ovviamente nei processi, senza scudi immunitari ad hoc. Ricordo alla Bagnolifutura Spa che, da Matteotti in poi, le opinioni di un parlamentare sono insindacabili", ha cncluso De Magistris. (fonte Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controversia con Bagnolifutura, De Magistris: "Vogliono intimidirmi"

NapoliToday è in caricamento