rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Politica

Autonomia differenziata, De Luca: "Stiamo difendendo il Sud. Faccio una controproposta a Zaia"

Il governatore della Campania, capofila dell'opposizione all'idea del governo presentata da Calderoli alcune settimane fa, chiede un incontro al suo omologo veneto: "Vediamoci e mettiamo già una piattaforma, decidiamo 10-15 punti, tra cui la sburocratizzazione radicale"

"Stiamo difendendo tutte le ragioni della Campania e del Sud e questa battaglia dovrebbe essere sposata da tutti i parlamentari del Sud". Vincenzo De Luca, presidente della regione, torna a parlare della vicenda autonomia differenziata, battaglia che lo vede in prima linea contro quanto vorrebbe fare il governo.

"Il 40% dei giovani ha lasciato il Sud - ha proseguito De Luca - per bloccare questa emorragia ho proposto un nuovo concorso regionale e nei Comuni per cinquemila posti. Occorre poi destinare al Sud tutte le forme possibili di incentivi fino a quando il Sud non avrà raggiunto il 95% del pil del Nord, come fatto in Germania. Questa è una battaglia patriottica. Se si perde, non si salverà nemmeno il Nord".

Infine, dal governatore arriva una controproposta al presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, per la semplificazione amministrativa e la "sburocratizzazione totale" dell'Italia: "L'autonomia va declinata come burocrazia zero - ha detto - vediamoci e mettiamo già una piattaforma, decidiamo 10-15 punti, tra cui la sburocratizzazione radicale e il trasferimento di alcune competenze alle Regioni, ma intanto non perdiamo questa occasione per dinamizzare l'Italia".

La risoluzione del Consiglio regionale

Ieri il Consiglio regionale della Campania, presieduto da Gennaro Oliviero, ha approvato a maggioranza una risoluzione di indirizzo che impegna De Luca a proseguire nella richiesta di ritiro della proposta di autonomia differenziata presentata dal ministro per gli Affari regionali e le Autonomie Roberto Calderoli lo scorso 17 novembre.

Dal Consiglio regionale anche la decisione di "manifestare in tutte le sedi istituzionali deputate l'assoluta urgenza di definire, preliminarmente a un'eventuale prosecuzione del percorso dell'autonomia differenziata, i Lep e gli altri strumenti perequativi e di riduzione delle attuali disuguaglianze", nonché di procedere ad iniziative di carattere divulgativo e di sensibilizzazione presso i cittadini campani sui rischi derivanti dall'autonomia regionale differenziata attualmente delineata dal governo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autonomia differenziata, De Luca: "Stiamo difendendo il Sud. Faccio una controproposta a Zaia"

NapoliToday è in caricamento