rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Politica

Audio contro de Magistris, i Verdi: "Siamo sconcertati. Frasi incompatibili con la nostra storia"

Nell'audio incriminato alcuni consiglieri di maggioranza definirebbero un patto per "logorare" de Magistris, reo di non volerli includere nel rimpasto

Polemiche per l'audio pubblicato da Repubblica, nel quale alcuni consiglieri di maggioranza, nelle stanze del consiglio comunale tra una commissione e l’altra, definirebbero un patto per "logorare" de Magistris, reo di non volerli includere nel rimpasto.

Arriva la risposta di de Magistris

"Siamo sconcertati da quanto abbiamo letto e ascoltato nel video audio pubblicato oggi da Repubblica riguardo a una riunione di alcuni consiglieri della maggioranza del Consiglio Comunale di Napoli. Il linguaggio, il modo e la sostanza dei contenuti utilizzati dai consiglieri Verdi non appartengono alla storia e alla cultura politica del nostro partito sempre rispettosa delle leggi e delle istituzioni a partire dal ruolo che la legge assegna al Sindaco". Lo dichiarano, in una nota, Elena Grandi e Matteo Badiali, co-portavoce dei Verdi. "Riteniamo grave quanto accaduto e per queste ragioni, - concludono, - abbiamo avviato, in accordo con la Federazione dei Verdi della Campania, le procedure di verifica della compatibilità di queste dichiarazioni con lo statuto dei Verdi, verifica che verrà effettuata nei prossimi giorni anche attraverso un confronto dei consiglieri stessi con l’Esecutivo Nazionale dei Verdi".

Solidarietà a de Magistris

Sulla vicenda, il gruppo consiliare DemA comunica: "Il gruppo consiliare DemA ribadisce il proprio convinto e solidale appoggio al Sindaco de Magistris. Prendiamo le distanze dalle congiure di palazzo. Restiamo preoccupati e impegnati sulle tante problematiche che coinvolgono la città di Napoli. Chiederemo nella conferenza dei capigruppo in programma lunedì prossimo la convocazione di un Consiglio Comunale straordinario monotematico per affrontare il dibattito politico in forma pubblica e trasparente".

La risposta del sindaco

"Noi andremo avanti come sempre", rende noto de Magistris. "Mentre qualcuno pensa al suo interesse personale, io e la mia squadra pensiamo all'interesse dei cittadini. Quelle non sono istanze collettive, sono meschinità umane e politiche, e nei confronti di alcuni prenderemo la dovuta distanza politica. I napoletani hanno votato i consiglieri perché facciano gli interessi dei cittadini e non l'interesse personale", conclude il sindaco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Audio contro de Magistris, i Verdi: "Siamo sconcertati. Frasi incompatibili con la nostra storia"

NapoliToday è in caricamento