menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Renzi a Napoli, l'assemblea dei manifestanti alla Galleria Umberto

Tanti i comitati, associazioni, sindacati di base, che si sono riuniti in un'assemblea pubblica nel pomeriggio presso la Galleria Umberto per discutere del futuro di Bagnoli

Due ore di assemblea pubblica in Galleria Umberto per i manifestanti, dopo il corteo mattutino, in attesa che il Presidente del Consiglio Matteo Renzi raggiungesse la Prefettura di Napoli per la riunione della Cabina di Regia.

Comitati, associazioni, sindacati di base e tante realtà cittadine, unite per ribadire il no al commissariamento di Bagnoli: "La mobilitazione di oggi, in continuità con quelle di questi anni e questi mesi, che hanno visto protagoniste moltissime realtà del tessuto cittadino - ha spiegato uno dei rappresentanti di Bagnoli Libera - è in opposizione alle politiche del Governo Renzi, dal Jobs Act alla Buona Scuola, passando per lo Sblocca Italia. Renzi oggi è qui per legittimare una Cabina di Regia che dall'inizio noi abbiamo detto essere illegittima: la nomina del Commissario straordinario, l'individuazione di un soggetto attuatore privato che diventa proprietario delle aree di Bagnoli dell'ex Italsider e deciderà, insieme ai privati, la trasformazione dei piani urbanistici".

"Renzi - hanno affermato ancora i manifestanti - fa credere che vuole sbloccare Bagnoli, che lui è l'uomo del fare, ma a sbloccare Bagnoli in realtà siamo noi. Noi vogliamo sbloccare Bagnoli, ma non vogliamo ridarla in mano alle stesse società che hanno inquinato. Lo scontro non è tra la Giunta de Magistris ed il Governo, ma tra la parte più sana di questa città che alza la testa contro un governo autoritario. E oggi da Napoli parte la vera sfiducia al Governo Renzi. Questa città oggi ha voluto dare un messaggio chiaro, di alternativa politica a questo governo. Nei giorni scorsi si è creato un clima di tensione attorno a questa nostra contestazione. Oggi abbiamo visto una città blindata, zone rosse. Noi rivendichiamo il nostro diritto legittimo di contestare il Governo Renzi. Bagnoli oggi è sintesi di uno scontro tra due modelli di sviluppo. Quelle terre e quelle aree appartengono alla città e lo ribadiremo con forza anche nelle prossime settimane.

Alle 18,30, poi, è ripartita la protesta, con un presidio all'esterno del Teatro San Carlo, vista l'impossibilità di raggiungere Piazza del Plebiscito, blindata dalle forze dell'ordine, prima di un nuovo corteo in via Acton.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Incidente a Scampia: due giovani morti, grave una ragazza

  • Cronaca

    “Se mi lasci pubblico i nostri video hard”: il ricatto a una donna

  • Cronaca

    Covid, al Cardarelli raddoppiati i contagi tra gli infermieri

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento