rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Elezioni politiche 2022

L'appello di Resistenza Civile a Sinistra Italiana ed Europa Verde: “Siate alternativi”

Il gruppo impegnato in cause civili e ambientaliste chiede ai due leader di non aderire all'alleanza con i centristi

In vista delle elezioni politiche del prossimo 25 settembre, c'è fermento nella sinistra italiana. In particolare è stato lanciato un appello dal gruppo Resistenza Civile con il quale si chiede a Sinistra Italiana ed Europa Verde di non cedere alla tentazione dell'alleanza con Pd, Calenda e gli altri rappresentanti del mondo centrista. Queste le parole scelte per l'appello ai segretari dei due partiti.

 “L'Italia è un paese socialmente fermo in cui tardano ad affermarsi i diritti del tempo presente e i decisori politici premiano i vecchi privilegi. La pandemia sembrava avere messo in discussione tutto ma la storia sta tornando come era prima: nessun cambiamento reale e solita retorica insignificante. L'urgenza appartiene solo alle questioni dei pochi mentre per tutto il resto del popolo solo rinvii e questioni lasciate aperte.

Le elezioni anticipate e le alleanze messe in campo mettono Sinistra Italiana e Europa Verde davanti a una scelta precisa: andare da soli o accettare il ricatto liberista del PD e di Calenda.

Non si può accettare che la storia della sinistra, del pacifismo, del femminismo, e dell'ecologismo italiano, che la tradizione di Giuseppe Di Vittorio, Antonio Gramsci, del Sereno Reagis e di Alex Langer venga ricattata e umiliata.

Noi riteniamo che ci sia L'Italia vera fuori da quella alleanza, c'è l'Italia che soffre, l'Italia costretta al precariato, a subire vessazioni per un diritto, ad andare in Svizzera per morire, ad emigrare per lavoro, a non vedersi riconosciuto il diritto alla cittadinanza, alal sanità pubblica, agli asili nido, all'istruzione e alla formazione continue e gratuite, all'equo compenso; l'Italia delle nuove generazioni che combattono per il clima, per la libertà di espressione del corpo e della mente; l'Italia che vuole la pace; l'Italia che non vuole consegnarsi alle destre.

Per questo chiediamo che la questione sociale e quella ecologica possano camminare sulle loro gambe e si presentino da soli alle prossime elezioni e che dal 26 settembre si parta con una vera costituente politica che vada oltre Sinistra Italiana e Europa Verde e che coinvolga l'intero Paese. Auspichiamo che anche le liste, in coerenza con tale visione, siano aperte il più possibile alla società civile e ai movimenti.

Il futuro è nelle scelte che si fanno adesso, è nella voglia di assumersi il rischio delle proprie scelte. Caro Nicola Fratoianni e caro Angelo Bonelli avete una responsabilità enorme: essere alternativi”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello di Resistenza Civile a Sinistra Italiana ed Europa Verde: “Siate alternativi”

NapoliToday è in caricamento