menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Ministro Alfano in Prefettura

Il Ministro Alfano in Prefettura

Alfano: "Napoli trincea difficile e delicata, ma lo Stato c'è"

Il Ministro dell'Interno in città per presiedere il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica in Prefettura: "Napoli è città con una storia gloriosa ed un grande destino. Lo Stato qui è pienamente nel controllo del territorio"

"Napoli non è all'anno zero. Qui lo Stato è pienamente nel controllo del territorio, dove c'è un'eccellente capacità di cooperazione fra le istituzioni". Così il Ministro dell'Interno Angelino Alfano ha esordito nell'incontro con gli organi d'informazione in Prefettura al termine del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica da lui presieduto, e a cui hanno preso parte, tra gli altri, oltre al Prefetto di Napoli Gerarda Pantalone, anche il Sindaco Luigi de Magistris ed il Presidente della Regione Campania Stefano Caldoro.

Alfano è apparso molto soddisfatto dell'esito della riunione, definita "lunga, ma proficua": "Quanto emerso - ha spiegato il capo del Viminale - mi conforta molto. Napoli è trincea difficilissima e delicatissima, ma a questa città sono stati destinati i migliori uomini e le migliori energie. Ammonta a ben 12047 unità, infatti, le forze dell'ordine che agiscono tra Napoli e provincia. Non esistono quartieri o zone che non sono sotto il controllo dello Stato. Noi siamo più forti dei clan e di chi vuole rendere questa città insicura. Ogni rapina o furto è un colpo alla speranza e al futuro dei tanti giovani di Napoli e noi dobbiamo migliorare sempre di più per far diminuire sempre più questi crimini. Dai dati a nostra disposizione emerge un trend decrescente di delittuosità, furti e rapine sul territorio, nell'ultimo anno e negli ultimi mesi".

Il trend dei reati commessi nel Comune di Napoli, infatti, è in discesa nell'ultimo anno del 3,9% e dell'1,6% in provincia. Ma se si fa riferimento al primo trimestre 2015, si registra una diminuzione del 13,9% a Napoli e del 16,8% in provincia.

Il Ministro ha poi parlato anche della questione videosorveglianza: "A fine gennaio solamente il 13% delle telecamere in città erano funzionanti. Tre mesi dopo siamo a 306 apparecchi funzionanti su un totale di 424. Non è ancora il 100% a cui dobbiamo arrivare quanto prima, ma è già un importante passo avanti".

Potenziato del 10% anche l’organico del Tribunale di Napoli con l'arrivo di sette nuovi magistrati: quattro Gip, che passano così a 44; e tre giudici del riesame, che fanno salire l'organico a 33.

Alfano ha poi annunciato la costituzione di una task force, composta dalle forze dell'ordine che, attraverso un meccanismo di georeferenziazione e lo studio dei reati divisi per quartiere, consentirà di fare delle analisi preventive investendo su determinati profili professionali in grado di prevenire e combattere quel tipo di reato nei diversi quartieri.

Finale sull'incremento delle presenze turistiche in città: "Napoli è una città dalla gloriosa storia e dal grande destino. Tanta cattiva pubblicità non offuscato l'immagine di questo luogo meraviglioso. Napoli nei prossimi mesi farà registrare il maggiore incremento di turisti tra le città italiane. E' anche per questo che dobbiamo lavorare affinchè migliori sempre di più dal punto di vista della sicurezza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento