rotate-mobile
Partner

È più facile vivere la casa per i napoletani. Con le case più pulite d’Europa!

Secondo una ricerca europea, gli italiani sono i più attenti alla pulizia di casa

Anche a Napoli pian piano la fase 2 ci ha fatto rimettere il naso fuori dalla porta di casa. Non possiamo ancora abbracciare tutti gli affetti, ma per lo meno non viviamo più ai domiciliari. Le temperature si stanno alzando, il lungomare inizia ad essere fruibile almeno per qualche passeggiata (o corsetta), e seppur a distanza, vedere altre persone ci fa bene allo spirito.

Cerchiamo di guardare il lato positivo: sapevate che essere italiani durante il lockdown ha facilitato la permanenza in casa? Proprio così, perché le nostre case sono le più pulite in Europa.
Secondo una recente ricerca*, l'Italia è il primo mercato per il tempo totale speso nelle pulizie di casa e all’uso della scopa elettrica. La casa è per eccellenza il posto in cui stare bene: prendersene cura e sempre più importante e, per farlo, l’aspirapolvere si rivela uno degli alleati ideali.

Gli italiani spiccano per il tempo speso nell’utilizzo dell’apparecchio: 106,4 minuti a settimana (rispetto a una media europea di 72,9) regalano all’Italia il primo posto, seguita da Spagna e Polonia.
Gli italiani si confermano in cima alla classifica e superano la media europea per il tempo impiegato nella pulizia di camera da letto (18,2 min/settimana vs 12,2 media europea), soggiorno (22,8 min/settimana vs 17,6) e cucina (20,3 min/settimana vs 13,1).

Alla scoperta di quello che si nasconde nelle nostre case: l’importanza della filtrazione

Tutte le case hanno acari della polvere. Gli acari della polvere mangiano le cellule della pelle umana come cibo e continuano a crescere. Gli escrementi che producono e i corpi morti degli acari della polvere diventano la causa delle allergie. Quindi molti medici allergici raccomandano di aspirare la casa il più possibile per chi soffre di allergie. Le dimensioni degli allergeni degli acari della polvere possono essere comprese tra 0,5 e 5 micron. L'aspirapolvere Dyson è particolarmente efficiente, in quanto consente di catturare 99,97% delle particelle di polvere ultrafine di soli 0,3 micron.

dyson--2

Ma la polvere non contiene soltanto acari. Tante persone possono essere allergiche alla polvere, anche se non sono allergiche agli acari. Gran parte della polvere è costituita da pelle umana. Ma vi si trovano anche pollini, batteri, altre particelle molto eterogenee e composti chimici, alcuni dei quali tossici. Queste particelle arrivano dall'inquinamento esterno, ma anche da oggetti che ci sono in casa, oppure sono residui di prodotti chimici utilizzati per pulire la casa o per altri scopi. Anche il pelo degli animali domestici entra a far parte della polvere.

Riguardo alle polveri più fini: quelle che entrano nella polvere domestica non sono diverse da quelle che inquinano l'aria. Le più piccole penetrano nei polmoni raggiungendo l'apparato circolatorio, e possono diventare nocive.

Possiamo fare molto per ridurre la polvere e la presenza di allergeni in casa. Controllare temperatura e umidità, per esempio, consente di controllare la proliferazione degli acari. Oppure, ridurre al minino la presenza di tende e tappeti contrasta la formazione della polvere.

Utilizzare un aspirapolvere adeguato è tuttavia la misura più utile.

Pensi sia arrivato il momento di valutare l’acquisto di un aspirapolvere in grado di fare la differenza?

Dyson ha appena lanciato il modello V11, con prestazioni superiore al resto del mercato.

Vorresti saperne di più? Ecco un video pieno di buoni motivi per non lasciarsi scappare il migliore alleato per le pulizie di casa.

*InSites Consulting e Ceced, “Vacuum cleaner usage and attitudes. An online ethnographic survey in 11 European countries”, febbraio 2018

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È più facile vivere la casa per i napoletani. Con le case più pulite d’Europa!

NapoliToday è in caricamento