Giovedì, 29 Luglio 2021
Partner

Andare in vacanza gratis non è solo un sogno: ecco le opportunità in Campania

Ecco le storie di successo di due campani che, semplicemente mettendo a disposizione le proprie abitazioni, sono riusciti ad ottenere entrate extra

Durante questo periodo, molti italiani si sono concessi le tanto agognate ferie estive.
In numerosi casi, però, ci si è posti il quesito di come far quadrare i conti, aggiungendo la spesa delle ferie al budget familiare.
Eppure, alcune persone del Sud Italia sono riuscite a realizzare quello che, al primo sguardo, sembra un sogno impossibile: andare in vacanza senza spendere un euro o, addirittura, rientrare dalle ferie con qualche euro in più rispetto a quando si è partiti.
Queste persone sono riuscite a fare ciò rendendo disponibile la prima o seconda casa di famiglia per l’affitto breve, durante la loro assenza.
In questo modo hanno potuto regalarsi delle vacanze a costo zero, ripagate dagli ospiti che visiteranno le città e le località di villeggiatura del Sud quest’estate.

In effetti, l’Agenzia delle Entrate getta una luce nuova sulla situazione delle seconde case in Italia; si parla di un patrimonio immobiliare di circa 5,5 milioni di seconde case, che rimangono, spesso, inutilizzate.
Sparse sul territorio italiano tra mare, montagna e campagna, vengono infatti sfruttate per brevi periodi l’anno, trasformandosi, solo, in fonte di spese. 

Queste case sono state rivalutate in epoca Covid, diventando, per molti campani, il luogo perfetto per evadere dalla pesante routine imposta, o per effettuare lo smart working in località più gradevoli (dato che, recarsi presso le seconde case, era annoverato tra gli spostamenti consentiti).
Oggi, però, è possibile trasformare tali abitazioni in un valido sostegno nel quadro delle spese familiari, finanche ad arrivare a coprire i costi delle vacanze estive.
È possibile aderire a tale opportunità grazie a Airbnb.

Olimpia e Vito: storie di accoglienza

host-olimpia-napoli-2

Durante l’ultimo anno, Olimpia, ha messo a disposizione la casa di famiglia di Ravello, lasciatale in eredità dai genitori: una splendida abitazione di fine Ottocento. L’ha fatto dopo averla rimessa a nuovo, effettuando, anche, interventi drastici di ristrutturazione. “E' il mio luogo del cuore, dove sono cresciuta con i miei fratelli. Ho deciso di aprirla agli ospiti di tutto il mondo, perché potessero affacciarsi da quel balcone e guardare il mare, provando le stesse sensazioni che per anni ho provato io”.

Vito, altro Host, ha riconvertito la casa signorile di famiglia. Da tempo inutilizzata e in passato luogo di ritrovo per feste e occasioni speciali, ora è in affitto su Airbnb.
Commenta Vito: “Durante i viaggi, ho spesso utilizzato la piattaforma per i miei soggiorni: dopo aver scoperto la community degli host, insieme a mio fratello ho iniziato i lavori di ristrutturazione della vecchia casa di nostra nonna, mantenendone lo stile e gli arredi. Un’esperienza appagante che ci ha permesso di avere un’entrata extra, con la quale possiamo permetterci anche nuove ristrutturazioni e viaggiare finalmente più spesso”.

Case e guadagni a Napoli e in Campania

Posto che sono in aumento coloro che si dimostrano interessati ad una vacanza “distanziata” e rilassante, si può pensare che siano davvero molte le persone che, come Vito e Olimpia, possano trarre vantaggio da tale situazione.
A maggior ragione, tenendo in considerazione il fatto che la nuova flessibilità nel lavoro potrebbe allungare la stagione.
I numeri sono esplicativi: per quanto riguarda solo le province di Napoli e Salerno, ci sono circa 197 mila seconde case (112 e 85 mila rispettivamente).

Interessante il guadagno medio annuale nei 12 mesi precedenti: al 1 maggio 2021, gli Host che hanno accolto almeno un ospite su Airbnb hanno guadagnato, circa, 9.600 dollari. I nuovi host che, dopo la pandemia, hanno ricevuto i loro primi ospiti, sono riusciti a guadagnare oltre un 1 miliardo di dollari (con un solo annuncio).

Ecco come seguire le orme di Vito e Olimpia

Dopo il difficile anno appena passato, molti hanno scelto Airbnb per provare ad ospitare per la prima volta.
I potenziali Host possono già farsi un’idea di quanto potrebbero guadagnare condividendo i propri spazi grazie al tool “Quanto vale la mia casa”.
Questo tool interattivo stima i guadagni sulla base della posizione geografica, della tipologia di appartamento, e tiene conto delle prenotazioni precedenti su Airbnb in quell’area.
Per maggiori informazioni, è disponibile il sito di Airbnb.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andare in vacanza gratis non è solo un sogno: ecco le opportunità in Campania

NapoliToday è in caricamento