rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
NapoliToday

Nel week-end la via della felicità prosegue con la raccolta rifiuti

Plastica, cartacce, una stufa elettrica, pali di ferro e molto altro raccolto dai volontari antidegrado.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

L’inquinamento da plastica è diventato uno dei temi ambientali più pressanti: la produzione di oggetti in plastica usa e getta sta soverchiando la nostra capacità di gestirla. Questo tipo di inquinamento è più evidente nelle nazioni in via di sviluppo dell’Asia e dell’Africa, dove i sistemi di raccolta dei rifiuti sono spesso inefficienti o inesistenti. Ma anche il mondo sviluppato, e in particolar modo i Paesi con basse percentuali di riciclo, stanno avendo i loro problemi a gestire nel modo corretto la plastica diventata rifiuto. Questo tipo di immondizia sta diventando talmente onnipresente che si è arrivati a redigere un accordo mondiale negoziato dalle Nazioni Unite. Metà di tutta la plastica prodotta è stata realizzata solo negli ultimi 15 anni; La produzione è aumentata in modo esponenziale dai 2,3 milioni di tonnellate del 1950 ai 448 milioni di tonnellate del 2015. Un dato che dovrebbe raddoppiare dal 2050. In linea con questi dati, i volontari de La Via della Felicità di Napoli, conoscendo gli effetti negativi sull’ambiente che questi rifiuti possono avere, continuano le bonifiche nel Parco dei Camaldoli. Anche questo week-end i volontari hanno raccolto rifiuti in bottigliette, cartacce, lattine, cassette di plastica, latte di metallo ma anche una stufa elettrica e un palo di ferro. Pascal Lemos, responsabile dell’iniziativa vuole ricordare le parole dell’autore della guida al buon senso La Via della Felicità, scritta dall’umanitario L. Ron Hubbard: “Ci sono molte cose che le persone possono fare per aiutare a prendersi cura del pianeta. Si inizia con l’impegno personale. Si prosegue suggerendo agli altri di fare altrettanto.” Ecco perché il gruppo di volontari vuole invitare tutti i cittadini napoletani a dedicarsi a questo tipo di iniziative e ad unirsi alle prossime attività che avverranno nei prossimi week-end.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel week-end la via della felicità prosegue con la raccolta rifiuti

NapoliToday è in caricamento