I napoletani trascorrono 23 giorni all'anno al volante

Emerge da uno studio UnipolSai sulle abitudini di guida degli italiani: Napoli tra le province più in basso in classifica per chilometri percorsi ma tra le più in alto per tempo trascorso alla guida: 1 h e 35 minuti al giorno

Emergono dati non lusinghieri per la regione Campania e la provincia di Napoli dall'ultimo studio dell'Osservatorio UnipolSai sulle abitudini degli italiani al volante. Secondo lo studio la Campania è la regione italiana in cui si trascorre più tempo in automobile (1 ora e 34 minuti) ed è la regione penultima in Italia per velocità media (solo 25 km orari circa, indice di traffico intenso). Napoli è all'ultimo posto in regione per kilometri annui percorsi ma al primo posto per km percorsi di notte.

L’Osservatorio è stato realizzato in seguito all’analisi dei dati di circa 4 milioni automobilisti assicurati UnipolSai che installano la scatola nera sulla propria autovettura. "I dati mostrano come i campani vivano un’esperienza di guida molto faticosa e caratterizzata da un traffico intenso: trascorrono infatti tra i 15 e i 20 minuti al giorno in più al volante rispetto alle regioni più virtuose del Nord Italia a una velocità inferiore di quasi 10 km/h”, commenta Enrico San Pietro, Condirettore Generale Assicurativo UnipolSai.

La Campania, nonostante si utilizzi l’auto per 7 giorni in più l’anno rispetto alla media nazionale, è una delle regioni dove si percorrono meno km (158 in meno rispetto al resto d’Italia). La tendenza in regione è quella di un utilizzo dell’auto per tratte abbastanza brevi.

Napoli, con soli 10.629 km annui e 38 giornalieri, e una velocità media di 23,8 km/h, è tra le province italiane più in basso in classifica. In media dunque, ogni napoletano trascorre 23 giorni al volante ogni anno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

Torna su
NapoliToday è in caricamento