Pioggia e vento su Napoli e Campania, prorogata l'allerta meteo

Fino alle 20,00 di domenica 17 novembre

Maltempo a Napoli (foto Ansa)

La Protezione Civile della Regione Campania ha emesso un nuovo avviso di allerta meteo idrogeologica e idraulica di colore "giallo" valido su tutto il territorio regionale dalle 20,00 di sabato 16 novembre alle 20,00 di domenica 17.

Si prevedono "venti forti da sud-est, soprattutto sulle isole e lungo la fascia costiera, in attenuazione dalla mattina di domenica. Mare agitato, con possibili mareggiate lungo le coste esposte, in attenuazione dalla mattina di domenica. Precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o locale temporale, localmente anche intense, a partire dal primo mattino di domenica".

Tra i rischi connessi al dissesto idrogeologico si evidenziano "possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse; innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua minori, con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, ecc); fenomeni franosi superficiali legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, in bacini di dimensioni limitate per effetto della saturazione dei suoli".

La Protezione Civile raccomanda alle autorità competenti di mantenere attive o porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni previsti sia in ordine al rischio idrogeologico che alle sollecitazioni ventose.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

Torna su
NapoliToday è in caricamento